Voglio gridare: “Basta”

Ennesimo incidente stradale sulle strade dell’Agro Aversano. Ennesima tragedia sfiorata. Per l’ennesima volta nel sinistro è purtroppo coinvolto un cittadino extracomunitario. Sta diventando un bollettino di guerra. Continuo.

E’ giunta l’ora di dire basta. Da tempo sono testimone indiretto di queste immani tragedie che vedono coinvolti il più delle volte, anzi quasi sempre cittadini extracomunitari, in larga maggioranza ragazzi provenienti dal Corno d’Africa, presenti nei nostri territori come lavoratori stagionali, che escono la mattina presto e rincasano nelle ore più svariate della giornata dopo aver passato ore e ore sotto un caldo e un sole cocente, per pochi euro.

Purtroppo le cause di questi incidenti sono le più svariate ma io vorrei aiutare loro, i più sfortunati di queste vicende, dicendogli ” fatta attenzione quando vi trovate sulle nostre strade, qua non siamo nel vostro continente. Non basta indossare un casco per mettersi al sicuro o una pettorina fosforescente per avere salva la vita “.

Poi basta passare per la triste e famosa Rotonda di Villa Literno oggi Piazza Garibaldi e vedere tante biciclette appese ai muri della case o legate vicino ai pali della luce e capire che forse è la storia che deve andare così.

di Antonino Calopresti

calopresti.antonino@libero.it