VINTI CINQUE MILIONI DI EURO A FROSINONE, SALE LA FEBBRE DEL “GRATTA & VINCI” ANCHE NELL’ALTO CASERTANO

maxresdefaultdi Daniele Palazzo

ROCCADEVANDRO-Forte incremento di richiesta di tagliandi del “Gratta & Vinci” in tutto l’Alto Casertano. Il fenomeno soprattutto nei centri confinanti con la provincia di Frosinone, con particolare riferimento ai Comuni di Roccadevandro, Mignano Montelungo e San Pietro Infine, dove i titolari di rivendite dei “magici” biglietti della lotteria più “gettonata” dagli scommettitori italiani sono stati letteralmente subissati di richieste. A scatenare l’entusiasmo e la speranza di cambiar vita delle tante persone coinvolte la supervincita fatta registrare da uno strafortunato scommettitore, che, l’altro giorno, in un bar dei capoluogo della Ciociaria, ha vinto la bellezza di cinque milioni di Euro grattando un “grattino” del tipo “Maximiliardario”. Sono in tanti, dunque, coloro che tentano la fortuna attraverso la nota lotteria istantanea nazionale. In margine alla notizia, va detto, però, che, come recita anche un noto adagio popolare, non è tutto oro quello che luccica. Non sono pochi, infatti, coloro che, risucchiati dalla perversa spirale del gioco patologico, sono caduti in vortice maligno che, alimentato da un certo “biscazzierismo” di Stato, sono andati completamente in rovina, dissipando sul diabolico altare dell’arricchimento facile ogni loro avere e ritrovandosi facci a faccia con lo spettro della miseria umana e morale e, ancor più, con quelli della solitudine e della preclusione di ogni prospettiva di vita dignitosa. Quindi, l’invito è e rimane quello classico, cioè giocare si ma con moderazione.