Vertenza TFA/FIREMA Sinistra Italiana interviene in favore degli operai

Sinistra Italiana
Sinistra Italiana

VERTENZA TFA/FIREMA

ON. ARTURO SCOTTO (SINISTRA ITALIANA):
AZIENDA MANTENGA GLI IMPEGNI PRESI E GARANTISCA IL RIASSORBIMENTO DEI LAVORATORI
 
Dal 10 ottobre i lavoratori casertani coinvolti nell’annosa vertenza “TFA/Firema” hanno ripreso a manifestare per chiedere il mantenimento degli impegni presi dall’azienda con i dipendenti e con il Ministero dello Sviluppo Economico. Nonostante le promesse di un rapido sviluppo delle attività produttive e del riassorbimento dei lavoratori ancora in gestione commissariale, infatti, non è stato ancora fatto nessun sostanziale passo in avanti.
 
Lo afferma il capogruppo dei Deputati di Sinistra Italiana, Arturo Scotto.
 
Di questo passo il rischio sempre più concreto è che tutti i dipendenti in attesa di essere riassorbiti vengano di fatto licenziati entro il 3 novembre. In una fase di crisi come quella che attraversa il nostro Paese, che ha colpito con maggior forza il Mezzogiorno ed in particolare aree come quella della provincia casertana, un evento del genere rappresenterebbe il colpo di grazia per una terra già martoriata.
 
Per questi motivi Sinistra Italiana esprime piena solidarietà ai lavoratori in mobilitazione e chiede che la proprietà di Firema garantisca il mantenimento degli impegni presi al tavolo ministeriale di settembre, a partire dal riassorbimento dei lavoratori in gestione commissariale.

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.