venerdì 04 aprile 2014, alle ore 18:30, nell’Aula N. 4 dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “S.Pietro” di Caserta, in piazza Duomo 11

caserta diocesiDopo il coinvolgente incontro di venerdì scorso con l’onorevole Gianfranco Finigià Presidente della Cameravenerdì 04 aprile 2014, alle ore 18:30, nell’Aula N. 4 dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “S.Pietro” di Caserta, in piazza Duomo 11, il Direttore Generale della Regione Campaniadott. Mauro Ferrara, recupererà la lezione su “La Regione Campania: struttura e competenze”, che, per un imprevisto, non ha potuto tenere personalmente il giorno previsto nel mese di marzo.

In quanto tecnico dell’amministrazione regionale e, dopo le suggestioni determinate dall’incontro con l’on. Fini, relazionando sul funzionamento della macchina burocratica campana, illustrerà le criticità del meccanismo decisionale, le omissioni politiche su un suo eventuale miglioramento e le possibilità che invece ancora offre in termini di risposta alle esigenze reali dei cittadini campani.

Ricordiamo che questo Corso, organizzato dall’ISSR “S.Pietro”, dal Centro di Formazione Socio – Politica “Aldo Moro” e dall’Associazione “Cercasi un fine” onlus, della durata triennale, è giunto alla sua seconda edizione mantenendo la formula della divisione in 5 moduli ad anno accademico e in due lezioni più un laboratorio a modulo.

Alla fine del percorso, agli iscritti, sarà rilasciato un attestato accademico e 30 crediti formativi universitari.

 

Ufficio Comunicazioni

ISSR “S.Pietro” – Caserta

0823 214592 – 0823 214557

www.scienzereligiosecaserta.com

comunicazioni@scienzereligiosecaserta.com

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.