Uno spot per sensibilizzare contro il femminicidio

Tema del Concorso è la creazione di uno spot che possa sensibilizzare gli adolescenti ed i giovani contro il femminicidio.

In occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza di Genere, indetta il 25 novembre, l’Assessorato alla Formazione e Pari Opportunità, in accordo con ANCI, Ordine degli Psicologi e Ufficio Scolastico Regionale, promuove un concorso di idee rivolto ad allievi, riuniti per gruppi o classi, delle scuole secondarie di secondo grado e degli enti di formazione accreditati della Regione Campania.

Tema del Concorso è la creazione di uno spot che possa sensibilizzare gli adolescenti ed i giovani contro il femminicidio. Il progetto nasce con l’obiettivo di fornire a ragazze e ragazzi delle scuole secondarie e dei centri di formazione professionale, gli strumenti necessari per decostruire i principali stereotipi che stanno alla base della violenza di genere con particolare riferimento alle relazioni affettive tra pari e all’utilizzo consapevole delle nuove tecnologie, quali ad esempio whatsApp, Facebook, Snapchat, Istagram

Il concorso, scade il 3 novembre, termine entro il quale dovranno pervenire le proposte scelte all’indirizzo di posta elettronica stopviolenza@regione.campania.it.

Le proposte dei partecipanti potranno essere presentate sotto forma di manifesto, video reportage o video clip musicale e saranno valutate da una commissione, individuata all’interno della Regione Campania, sulla base dello stile, dei contenuti e della capacità nell’aver colto il tema del concorso.

La premiazione avverrà il 25 novembre 2016 in occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza di Genere. Le proposte vincitrici per ogni categoria saranno utilizzate dalla Regione Campania per la promozione della giornata nonché per le future iniziative di promozione dei centri antiviolenza.

Ogni altra informazione è consultabile sul sito della Regione Campania alla Consultazione pubblica Concorso di idee.

 

 

 

About Annamaria La Penna

Pedagogista, si occupa di educazione, formazione e ricerca universitaria prevalentemente nell'educazione degli adulti e del Life Long Learning. Assistente Sociale, mediatrice familiare e consulente tecnico esperto in servizio sociale forense, è impegnata nei servizi e nelle politiche sociali dal 2001. Ha collaborato con alcune testate, tra cui Viewpoint, magazine di promozione culturale umbro (dove nasce e si forma) fino a giungere nel 2016 nella grande famiglia di Informare, dove ricopre il ruolo di caporedattore e direttore organizzativo. Iscritta agli Ordini professionali degli Assistenti Sociali e dei Giornalisti Pubblicisti della Campania. Obiettivo personale e professionale: con passione e dedizione, continuare a migliorare in qualsiasi cosa faccia.