Uno Chef al servizio della comunità

Si svolgerà domani sera alle ore 20.30 a Caserta in Via Giulio Antonio Acquaviva nr. 134 presso la Farmacia Odierna del Dott. Gadola Pietro il primo corso dell’anno denominato ” Mani in pasta: pizza e pane gluten free “.

Attore protagonista della serata in qualità di Maestro, sarà lo Chef Tommaso De Rosa, medico al servizio della gastronomia, laureatosi in Dietetica e Dietologia presso l’Università Federico II di Napoli, il quale nell’ambiente della gastronomia viene definito come il fondatore della corrente della “Dieta-gastronomia”.

Attento, scrupoloso, riflessivo, sempre disponibile a nuove esperienze professionali, nei vari corsi a cui partecipa è solito farsi affiancare dai suoi studenti, infatti non dobbiamo dimenticarci, che a differenza di tanti altri Chef titolati, insegna Laboratorio di Organizzazione e Gestione dei Servizi della Ristorazione all’I.P.S.S.A.R. di Vico Equense (NA).

L’ingresso alla serata è libero ma a numero chiuso.

Ricordiamo  che la parola glutine deriva dal latino: “gluten” che significa colla, perchè è un tipo di colla proteica che si trova in molti cereali. Quando al glutine si unisce dell’ acqua si forma una massa gommosa, che riconosciamo come impasto e che è di importanza fondamentale per riuscire a valutare la qualità e l’ attitudine di panificazione. Più un cereale contiene glutine più è adatto all’elaborazione per il pane, pizze, pasta, torte, proprio perchè il glutine rende l’ impasto morbido, elastico e soffice.
I cereali che contengono glutine sono: frumento, segale, farro, kamut, orzo, avena.
Il glutine, per il suo tenore proteico è spesso usato come sostitutivo della carne in alcune diete vegetariane.
Viene anche usato come addensante di alcuni farmaci e industrialmente come collante per l’apprettatura di carte e tessuti.
Chi è intollerante o allergico al glutine, ” il celiaco “, produce durante la digestione del glutine degli anticorpi che determinano il processo infiammatorio e le alterazioni patologiche a carico dei villi intestinali.
Ci sono molti prodotti alimentari senza glutine sul mercato, ma solo gli alimenti con il simbolo della spiga sbarrata, che è stato registrato dall’Associazione Italiana Celiachia come marchio a tutela dei consumatori, sono idonei ai celiaci.

di Antonino Calopresti