UNION SECURITY L’investigatore & lo sparviero

 

1912455_782859785119030_2708076428492301501_n

Il giorno 19.02.2015 alle ore 05.45 circa, una ns. auto in servizio di pattugliamento nella Provincia di Caserta, nel Comune di Macerata Campania, c/o un stazione radio base della Vodafone da noi vigilata, vede in lontananza, un’auto di colore grigio ferma con il motore acceso. Avvicinandosi, nota due individui allontanarsi velocemente a piedi abbandonando l’auto. La G.p.g. contattava la ns. centrale operativa per l’intervento delle forze dell’ordine. Sul posto si portano i carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere.

Nella stessa mattinata siamo stati contattati dai Carabinieri di S. Maria Capua Vetere che si   complimentavano per il nostro operato in quanto grazie al nostro intervento, dall’auto, sono risaliti al proprietario che, unitamente ad una donna, erano stati oggetto di rapina e sequestro presso la sua abitazione. Infatti i Carabinieri intervenendo sul posto li trovavano ancora legati.

  In data 22.02.2015 alle ore 21,30 circa, ns. cliente VODAFONE, contattava la ns. centrale operativa per richiedere l’intervento di una nostra pattuglia sulla loro SRB (stazione radio base mobile) da noi vigilata sita nel Comune di Castel Volturno (CE). La Centrale Operativa faceva intervenire la pattuglia in servizio di ronda nel comune di Castel Volturno che giunta sul posto, constatava il furto delle batterie che alimentato la stazione bts. Si precisa che le stesse sono munite di GPS e pertanto ogni loro movimento è monitorato dalla ns. centrale operativa.

 Infatti, rilevando la posizione esatta delle stesse presso un campo room sito nel Comune di Giugliano in Campania, la centrale riteneva opportuno far intervenire una ulteriore pattuglia già in servizio di ronda nel comune di Giugliano in Campania che unitamente alla pattuglia in precedenza, provvedevano ad una accurata ispezione nel campo room, ritrovando tutte le batterie con NON pochi sforzi. Interveniva sul posto anche una volante del Commissariato di Giugliano che verbalizzava il tutto. Le batterie veniva caricate nelle auto sociali e portate in sicurezza presso il ns. caveau.