UNA ZONA FRANCA PER CASTEL VOLTURNO NEI PRIMI 100 GIORNI DA SINDACO

9.5.2014 ore 179.5.2014 ore 209.5.2014 ore 17Il primo progetto che Emilio Alfano intende realizzare, se eletto Sindaco di Castel Volturno, è la realizzazione di una “zona franca” in Città, per rilanciare l’occupazione, l’economia, la piccola e media impresa, gli operatori del settore agro-alimentare e dei servizi turistici. Nel rispetto della Legalità e di tutta la normativa internazionale, nazionale e regionale di riferimento, Emilio Alfano provvederà a mettere a sistema tutte le sue competenze e conoscenze, acquisite come Presidente della piccola e media impresa (Confapi) della Campania, al fine di definire una zona economica libera dove si possa godere di alcuni benefici tributari, come il non pagare dazi di importazione ed esportazione di merci o l’assenza diimposte, così come accade per alcune aree in Italia e nel mondo. In Campania, con Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 13 gennaio 2014, è stato adottato il bando per l’attuazione dell’intervento in favore delle micro e piccole imprese localizzate nelle Zone Franche Urbane della Regione di cui al Decreto interministeriale del 10 aprile 2013. Per esempio, per la Zona Franca Urbana di Napoli Est l’intervento prevede la concessione di  agevolazioni sotto forma di esenzioni fiscali e contributive per circa 16 milioni di euro. La drammatica condizione occupazionale di Castel Volturno, congiuntamente alla crisi economica di tutto il comparto produttivo, dal lattiero-caseario, a quello agricolo, ai servici turistico-ricettivi, spingono Emilio Alfano a un progetto così significativo. Castel Volturno, inoltre, ha tutte quelle caratteristiche di eccezionalità richieste per un’area a regolamentazione speciale. La Città, infatti e purtroppo, rappresenta un unicum per il più alto tasso di illegalità diffusa in Italia, in riferimento all’immigrazione clandestina, alla criminalità organizzata, alla crisi ambientale e alle costruzioni abusive. Tale illegalità diffusa ha portato, come principale conseguenza, al crollo occupazionale e produttivo. Per questo motivo Emilio Alfano ha costruito il proprio programma sulle seguenti priorità: Cultura, Lavoro, Economia, Legalità, Ambiente, Identità Territoriale e Sicurezza. Ne discuterà, venerdì 9 maggio dalle 17:00 in poi, con i Cittadini, nel Centro storico di Castel Volturno, prima in piazza e poi al Ristorante la Tortuga. Parteciperanno, a sostenere la sua candidatura, l’On. Paolo Romano (Presidente del Consiglio della Regione Campania e candidato al Parlamento Europeo), l’On. Severino Nappi (Assessore Regionale al Lavoro, Formazione e Orientamento Professionale), l’On. Pasquale Sommese (Assessore Regionale allo Sviluppo e Promozione del Turismo, Strutture Ricettive e Infrastrutture Turistiche, Beni Culturali, Studio e Ricerche di Marketing), l’On. Nunzia Di Girolamo (Parlamentare, già Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali) e l’On. Gioacchino Alfano (Sottosegretario di Stato al Ministero della Difesa). Emilio Alfano sottoporrà alla Cittadinanza e ai referenti istituzionali della Regione e dello Stato il suo progetto per Castel Volturno, convinto di ricevere un riscontro positivo in termini operativi sia da parte della Collettività locale che delle Istituzioni.
___________________________________________

Arch. Alessandro Ciambrone
Seconda Università di Napoli, Ph.D. in Architecture
Université Paris X, Ph.D. in Territorial Governance
UNESCO and FULBRIGHT former fellow
+39 334 9850812 alessandro.ciambrone@gmail.com