Una delegazione di Fratelli d’Italia alla Marcia per la Vita

Fdi alla marcia per la vitaFratelli d’Italia alla Marcia per la Vita, Campagnuolo:

 ‘Più assistenza e strutture adeguate per le donne incinte’

 Una delegazione del partito in corteo con le associazioni e la Chiesa

 Sì alla vita. Sì al sostegno alle donne incinte. Sì ad una politica che aiuti le giovani madri in difficoltà offrendo loro assistenza e strutture adeguate. Questo lo slogan con il quale il partito Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale ha partecipato questo pomeriggio a Caserta al corteo per la vita. Una manifestazione di respiro nazionale che ha visto la presenza dei rappresentanti di oltre venti associazioni e di tante personalità del mondo civile e religioso. Tra questi Monsignor Angelo Spinillo, vescovo di Aversa e Presidente, per il sud, della Conferenza Episcopale Italiana, don Maurizio Patriciello parroco di Caivano noto ai più per la sua battaglia contro i roghi nella Terra dei fuochi, don Antonello Giannotti parroco del Buon Pastore a Caserta.  ‘Sempre più spesso i media – è il commento di Fulvio Campagnuolo, presidente provinciale di Fratelli d’Italia –  ci raccontano di giovani donne che abortiscono perché sono in difficoltà economiche, perché vittime di un substrato culturale che le addita come irresponsabili o ancora perché provenienti da un contesto sociale degradato e povero incapace di fornire un minimo di supporto. Si tratta di persone che hanno bisogno di un aiuto concreto e tangibile da parte dello Stato e che invece nella maggioranza dei casi vengono abbandonate a se stesse perché lo Stato su questi temi è assente’. Un plauso a Fratelli d’Italia è giunto anche dal preside Paolo Mesolella, coordinatore casertano del Movimento per la vita, che nel suo intervento ha ringraziato Fulvio Campagnuolo e la delegazione del partito, rappresentata tra gli altri dall’assessore comunale Stefano Mariano e da Giovanna Maietta, per l’adesione alla marcia e soprattutto ‘per la testimonianza reale che, con la loro presenza, hanno inteso dare  a questa causa’.