Un maggior protagonismo dei laici nella Pastorale Familiare. E’ quanto chiedono alcuni Padri Sinodali intervenuti all’Assemblea dei Vescovi in Vaticano .

imagesCristiani per servire

http://digilander.libero.it/cristianiperservire

e-mail previtefelice@alice.it

 

 

 

Il Presidente

Un maggior protagonismo dei laici nella Pastorale Familiare. E’ quanto chiedono alcuni Padri Sinodali intervenuti all’Assemblea dei Vescovi in Vaticano .

Non dimentichiamo la Famiglia del mondo della disabilità, del dolore, della sofferenza !

 

L’Assemblea Generale Straordinaria dei Vescovi sulla Famiglia, che sta ultimando i suoi lavori in Vaticano, ha l’obiettivo di elaborare un contributo su una tematica molto importante sulla Famiglia, come società naturale fondata sul matrimonio mediante l’insegna del dialogo, della riflessione di un pensiero condiviso .

 

Purtroppo i tempi cercano di cancellare il matrimonio, distruggere la famiglia e legittimare “altre coppie”, obiettivo di certe forze culturali con l’introduzione di “formule” nel n/s Ordinamento Giuridico.

 

Ma la Chiesa Cattolica, come altre Confessioni, si è sempre opposta coraggiosamente a questa strategia devastante, i politici specie quelli cattolici, frappongono con proposizioni non troppo chiare, dimenticando che le ragioni del mondo cristiano non dipendono dalla Fede, ma dalla considerazione che la famiglia vive con quella validità che è per tutti, anche per gli atei, soprattutto per i figli delle coppie di fatto, che a causa della rottura dell’unione subiscono disordini psicologici quali l’asocialità, la depressione, le nevrosi, le turbe psichiche .

 

Il n/s Paese, purtroppo, è costantemente “preso” nella litigiosità politica davvero scandalosa, con scambi di accuse che costituiscono micidiali “forme” per abbattere la democrazia, senza minimamente avvertire se emergenze, esigenze ( come quelle di particolare tutela ed assistenza sanitaria ed ospedaliera per categorie di pazienti fragili come persone in età avanzata disabili psico-fisici, malati terminali), siano degne di essere chiamate tali e vergognosamente lasciate nell’angolo più buio del buon senso ed del Palazzo !

 

Questi diritti si trovano là dove sono difesi, tutelati i diritti della persona umana, specialmente quando interessano i portatori di handicap, “soggetti” più deboli del genere umano .

 

Anche se si parla di aiuti alle famiglie nelle politiche sociali, ( oh! quanti politici “dicono di difendere” !) continua la cultura di voler prestare attenzione ai problemi delle convivenze, coppie di fatto, single, matrimoni omosessuali, ma si tralascia la famiglia, specialmente quella dove insiste un malato psico-fisico,http://it.radiovaticana.va/news/2014/08/29/cristiani_per_servire_pi%C3B9_attenzione_ai_disabili/1105415 . La vita è diventata molto arida !

 

Nei momenti difficili della vita non possiamo restare sul monte delle nostre congetture ed estraniarsi dal mondo, ma richiede il coraggio di prendere coscienza della nostra povertà interiore, del n/s egoismo, del n/s relativismo e bisogna difendere la famiglia, il matrimonio, la vita affinché non si abbatte definitivamente ciò che resta della nostra società.

 

” Il cristiano è un uomo spirituale e questo non significa che sia una persona che vive “nelle nuvole”, fuori della realtà “ ( 16 giugno 2013 Santa Messa sul Piazzale di San Pietro. “ Sì alla vita e no a idoli”, così Papa Francesco alla Messa nella Giornata dell’Evangelium Vitae, ricordando che “ Dio sempre ci perdona” .

 

Auguri di cuore ai Padri Sinodali da tutta la n/s Associazione, ricordando ancora una volta che esiste anche la Famiglia del mondo della disabilità.

 

Che la protezione della Madonna della Misericordia, ci aiuti, ci salvi , ci assista !

 

E con le parole del Santo Giovanni Paolo II° : “Andiamo avanti con speranza”!

 

Previte

 

http://digilander.libero.it/cristianiperservire

La nostra Associazione per la promozione sociale costituita nel maggio del 1994 non ha richiesto nè gode di contributi economico-finanziari palesi od occulti.