UN’ARCHITETTURA PER I LUOGHI E PER L’UOMO

P1060492

Il progetto “Manifesto. L’Architettura in dieci punti“ voluto fortemente dall’Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Caserta, e curato dalla Commissione Cultura nasce dalla necessità di innescare un fertile dibattito culturale attraverso la condivisione di esperienze dirette e del pensiero che sottende l’agire dell’architetto. Un territorio martoriato ed una professione svilita dal professionismo provinciale e da meccanismi di insano marketing urbano e politico, che come afferma il Presidente dell’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Caserta Domenico de Cristofaro ha bisogno di ripensare a se stessa per potersi proiettare in modo nuovo nel presente-futuro. La stesura del documento presentato con grande successo e partecipazione il 15 gennaio al Teatro Mercadante di Caserta, è stata curata da Elviro Di Meo presidente della Commissione Cultura, Umberto Panarella e Giancarlo Pignataro consiglieri referenti, Chiara Affabile, Paolo De Michele, Tiziana Leda Denza, Aldo Giacchetto, Francesca Sabina Golia, Mascia Palmiero, Alfredo Panarella, Gabriella Rendina e Rita Vatiero. La disgregazione dell’identità professionale dell’architetto ha rappresentato l’incipit per una riflessione accurata sul ruolo sociale, culturale ed economico del fare architettura e delle conseguenti responsabilità etiche, morali e territoriali. Dieci punti costituiscono la colonna vertebrale del Manifesto: l’Architetto, il Progetto, l’Etica, l’Estetica, la Preesistenza, il Paesaggio, la Città, la Sostenibilità, la Multiculturalità e la Contemporaneità. Noti esponenti della cultura architettonica nazionale e internazionale hanno presieduto la serata: Giuseppe Albanese, Alessio Princic, Massimo Pica Ciamarra, Franco Purini, Riccardo Dalisi, Luca Molinari, Camillo Botticini, Matteo Pedaso. Molti altri hanno dato il loro contributo nella stesura dei dieci punti del Manifesto che a 100 anni dal Manifesto dell’Architettura Futurista dell’architetto Antonio Sant’Elia dà un nuovo modello da seguire per i luoghi e per l’uomo. Un Manifesto per gli architetti, ma soprattutto per la cittadinanza e la società di cui l’architetto fa parte, quale interprete essenziale per guidare i cambiamenti e l’accelerazione culturale del nostro tempo.

P1060474 P1060479 P1060484P1060494
FEBBRAIO_DEFINITIVO_WEB-page-032

About Redazione Informare

Magazine mensile, gratuito, di promozione culturale edito da Officina Volturno, associazione di legalità operante in campo ambientale, sociale e culturale.