Intrecci di fili, tradizioni e solidarietà per “Il settembre della rete”

Il Settembre della rete

Umbria – L’attesissimo evento “Il settembre della rete” vede il Trasimeno legato al filo e alle antiche tradizioni del merletto e del ricamo. Oltre allo storico comune di Panicale, da anni rinomata location per la Mostra Mercato Internazionale del ricamo e del merletto, quest’anno anche i comuni di Magione e Tuoro sul Trasimeno sono coinvolti per una completa promozione del territorio da rilanciare in una fitta rete di relazioni internazionali sui mercati europei ed extraeuropei.

Tradizione rinnovata, bellezze naturalistiche, ambientali e culturali intrecciate ad un’economia moderna che vuole far conoscere il Trasimeno e le sue eccellenze in Europa e nel mondo. Questo il senso delle attività che si terranno dal 10 al 17 Settembre nelle tre cittadine lacustri con la regia del Gal Trasimeno-Orvietano e che vede la ‘Rete’ quale sinonimo d’intreccio.

Di grande importanza la presenza di delegazioni straniere provenienti dall’Irlanda, dalle Isole Canarie, dal Portogallo, dalla Russia e dalla regione della Yakutia che parteciperanno a tutte le iniziative e alle quale sarà presentato il territorio umbro, per l’intera settimana.

Testimonial d’eccezione de “Il Settembre della Rete” sarà lo stilista Santo Versace, rimasto colpito ed affascinato dai ricami, dai pizzi e merletti del Trasimeno.

Grazie a queste attività il GAL è riuscito a fare rete mantenendo vive le tradizioni del territorio umbro. “Infatti, – ha spiegato il Vice Presidente del Gal, Valter Sembolini, presente anche in veste di Presidente della Cooperativa Pescatori del Trasimeno – le donne che si occupavano del ricamo erano e sono le mogli dei pescatori, hanno una storia millenaria alle loro spalle, per questo occorre mettere in rete tutte le nostre eccellenze e fare promozione a 360 gradi”.

Un’iniziativa che, per il suo carattere internazionale mitiga gli effetti negativi che la regione ha subito dopo il terremoto ed è per questo motivo che si promuove l’intera area e non un solo comune attraverso iniziative culturali e benefiche per i territori colpiti dal sisma.

Il direttore del GAL Trasimeno-Orvietano, dott.ssa Francesca Caproni, non manca di precisare quanto siano stati complicati i lavori ma che, finalmente, hanno portato i meritati frutti con le eccellenti iniziative proposte e messe in campo e di seguito descritte. 

Istituzioni, imprese e territorio, tutti coinvolti in un processo d’internazionalizzazione quale volano di sviluppo e crescita economica e sociale. Tutti uniti, partner istituzionali con imprenditoriali locali e delegazioni straniece, imprese dei settori del tessile, dei prodotti tipici agro-alimerntari, del sociale, istituzioni di ogni ordine e grado, Università, CCIAA, l’Accademia delle Belle Arti, Istituti scolastici e altri per condividere un progetto e portarlo avanti insieme, in sinergia

Prima data importante, domenica 10 settembre con la perla nel Trasimeno “Isola Maggiore e il suo pizzo d’Irlanda incontrano l’Europa e si aprono al mondo”, una giornata interamente dedicata a questa antica tradizione che la marchesa Guglielmi importò da quel lontano paese agli inizi del secolo scorso. Mostre, iniziative ricreative tradizionali e soprattutto un convegno dedicato alla “Via Europea del Merletto e del Ricamo”, un progetto di cooperazione internazionale tra i Gal Europei che tende ad essere occasione di promozione dei territori e dell’artigianato di qualità. La giornata sarà allietata da musiche e spettacoli tipici umbri ed Irlandesi.

Giovedì 14 settembre l’appuntamento sarà invece a San Feliciano, presso il Museo della Pesca, per una tavola rotonda con Istituzioni, delegazioni straniere, università, istituti d’arte e di moda e imprenditori, al fine di implementare un progetto d’internazionalizzazione delle imprese. Sarà anche l’occasione della mostra del Filet di San Feliciano e della presentazione della pesca tradizionale al Trasimeno e delle sue eccellenze culinarie.

Dal 15 al 17 settembre torna a Panicale, la terrazza più bella del Trasimeno, la V edizione di “Fili in Trama”, mostra internazionale del merletto e del ricamo con un calendario ricco di eventi legati al mondo del ricamo e non solo. Quest’anno annovera 78 espositori che rappresentano tutte le regioni d’Italia e ben sei paesi europei e non, le quattro delegazioni del Gal (Irlanda, Russia, Portogallo e Isole Canarie) oltre a Francia e Germania che saranno presenti solo a questo appuntamento. A Panicale un ricco programma di eventi culturali accompagnerà i tre giorni della mostra. Le delegazioni straniere saranno rappresentate anche da importanti rappresentanti dei relativi stati e sarà quindi questa l’occasione anche per l’Italia di coinvolgere alti livelli istituzionali.

Il Settembre della Rete ha inoltre il patrocinio dell’ambasciata d’Irlanda, della Provincia di Perugia e del Touring Club Italiano.

Per maggiori informazioni, rivolgersi all’Ufficio Stampa:
Silvia 329 6196611
Barbara 333 3226784

Questo slideshow richiede JavaScript.

About Redazione Informare

Magazine mensile, gratuito, di promozione culturale edito da Officina Volturno, associazione di legalità operante in campo ambientale, sociale e culturale.