Terre del Falerno, “Filari di Storia” il tour nell’enogastronomia millenaria

Terre del Falerno "Filari di storia"

Terre del Falerno è uno strumento amministrativo di coordinamento e collegamento tra i 5 municipi che governano il territorio del disciplinare di produzione del Falerno del Massico, che comprende i comuni di Carinola, Cellole, Falciano del Massico, Mondragone e Sessa Aurunca, con una serie di produttori che stanno via via aderendo anche grazie alla spinta propulsiva del Consorzio di Tutela.

Terre del Falerno ha avuto i natali nel giugno del 2013 quando fu approvato dalle rispettive giunte comunali (componenti quindi il Comitato Promotore con capofila Carinola) lo Statuto associativo che verrà definitivamente ratificato e perfezionato nelle prossime settimane.

Grazie a questa organizzazione basilare e fondamentale per procedere negli anni sempre meglio, 7 e 8 Ottobre 2017 si è tenuto il tour enoculturale “Filari di Storia – 2770 ab Urbe Condita”, il grande tour nei paesaggi archeologici e nell’enogastronomia millenaria dell’Ager Falernus per conoscere cultura, vigneti ed uliveti nelle Terre del Falerno, organizzato dall’Associazione Terre del Falerno.

I turisti hanno potuto visitare uno dei comprensori archeologici ed enogastronomici più esclusivi d’Italia prenotandosi o richiedendo informazioni inviando una e-mail all’organizzazione. Il ricco programma delle due giornate ha avuto come protagonista la vendemmia.

Si è incominciato sabato 7 con il ritrovo e accoglienza presso il Museo Archeologico del Vino in Falciano del Massico con introduzione e visita alle ricostruzioni storiche presenti nelle sale mentre oggi vi è stato il ritrovo e l’accoglienza presso il Museo Archeologico Biagio Greco di Mondragone, con introduzione e visita guidata alle sale della Romanità antica. Di seguito si sono avute visite guidate tra i resti archeologici delle ville rustiche romane e dei terrazzamenti del

Monte Massico, dove venivano coltivate e trasformate le uve del leggendario Vino Falerno, visita ai vigneti e a una delle cantine dove attualmente è prodotto il Falerno del Massico DOP, con osservazione e partecipazione al momento del taglio e della vendemmia dell’uva. Il pranzo, in vigna o in cantina, ha visto la degustazione dei prodotti locali, dalla tradizione millenaria e dei pasti contadini. Inoltre vi sono state visite ai monumenti della Romanità, del Medioevo e del Rinascimento delle città di Carinola, Sessa Aurunca e Mondragone, visite agli uliveti e ai momenti di produzione dell’Olio Extravergine di oliva Terre Aurunche DOP, una seconda visita ad una cantina del Falerno del Massico DOP, con osservazione di alcuni dei momenti della vinificazione.

L’Ager Falernus, attualmente ricompreso dai territori amministrativi dei comuni di Carinola, Cellole, Falciano del Massico, Mondragone e Sessa Aurunca, oltre ad essere terra di grandi attrazioni archeologiche ed architettoniche, è zona di origine di ben tre produzioni DOP: il vino Falerno del Massico, l’Olio extra-vergine di oliva Terre Aurunche ricavato dall’oliva autoctona Sessana e la Mozzarella di Bufala Campana, che anch’essa trova nell’area appena a sud del Fiume Garigliano la sua genesi storica.

di Antonino Calopresti