Stoccolma, il muro della pace un mese dopo l’attentato

Sono trascorsi trenta giorni dall’ultimo attentato terroristico che ha scosso l’Europa. Lo scorso 7 aprile, infatti, un camion si scagliò ad alta velocità sulla Drottninggatan di Stoccolma, la strada della regina, il tratto pedonale piu famoso della capitale svedese, provocando quattro morti e almeno dieci feriti. L’episodio, nonostante sia di recente avvenimento, sembra essersi ampiamente archiviato nella memoria collettiva, insieme agli analoghi eventi di Parigi, Berlino, Londra e Bruxelles. Il tir finì per schiantarsi contro le vetrine dell’Ahlens City, un grande magazzino frequentato quotidianamente da migliaia di clienti, trascinando con sè i corpi esanimi dopo l’impatto col veicolo. Oggi, laddove quel camion cessò la sua folle corsa, è stata installata un sottile parete di legno dove i passanti possono lasciare un proprio pensiero, omaggiando le vittime con un post it, una lettera, una rosa e anche un ciuccio per bambini o uno skatebord senza piu padrone.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

About Fabio Corsaro

Ho 22 anni e da quasi 3 primavere sono giornalista pubblicista. Dirigo la splendida redazione di Informare, di cui faccio parte dai miei teneri 16 anni. Sono laureato presso l’Università di Salerno in Scienze della Comunicazione e, in virtù della specialistica, mi appresto a fare esperienze internazionali (non ricordatelo a mia mamma). Per il resto avanti con un detto che non muore mai... Per aspera ad astra!