Sorrisi e convinzione, continua il periodo d’entusiasmo del Napoli. Testa all’Europa League: lo Swansea è il primo ostacolo da abbattere

1796680_630432293661042_1493703088_n

 

Una prova di maturità per dimostrare che il periodo di buona forma e grande entusiasmo che il Napoli sta vivendo non si fermi qui e continui a fruttare risultati positivi. E’ stata la partita di Cannavaro, del ritorno al gol di Dzemaili e soprattutto di Insigne, dei napoletani che hanno riempito il Mapei Stadium e hanno riempito il cielo dell’Emilia con un assordante “ ‘O surdato ‘nnamurato“. Un risultato giusto ma non proprio soddisfacente. Lo 0-2 vale 3 punti ma non un senso di piena autostima tattica. Il Napoli commette i suoi errori tecnici, lasciando comunque troppi spazi al Sassuolo, incapace di sfruttarli.

Ciò che conta per ora è aver accorciato momentaneamente la distanza dalla Roma, la quale però conta 2 partite in meno ma la Samp di Sinisa Mihajlovic non è squadra facile da battere. Alle spalle, intanto, si allontana ulteriormente la Fiorentina, uscita sconfitta ieri in casa contro l’Inter.

La priorità della stagione continua ad essere il campionato per Benitez, cercando di non mollare più la presa e resistere all’avanzata brusca e veloce di bianconeri e soprattutto giallorossi. Giovedì, però, l’impegno in Europa League sarà l’interesse principale della squadra che di certo vuole avanzare in Europa, presentandosi in Galles contro lo Swansea pieno di entusiasmo ed autostima. Rafa, uomo di coppe qual è, cercherà magari di “chiudere” la qualificazione agli ottavi già da giovedì sera. L’Europa è un palcoscenico troppo ghiotto da poter essere trascurato.

Fabio Corsaro

About Fabio Corsaro

Ho 22 anni e da quasi 3 primavere sono giornalista pubblicista. Dirigo la splendida redazione di Informare, di cui faccio parte dai miei teneri 16 anni. Sono laureato presso l’Università di Salerno in Scienze della Comunicazione e, in virtù della specialistica, mi appresto a fare esperienze internazionali (non ricordatelo a mia mamma). Per il resto avanti con un detto che non muore mai... Per aspera ad astra!