SLOW FOOD DAY 2014: TAPPA A CASERTA IN PIAZZA VANVITELLI

10312865_599312256831840_2605435803389208997_ngiaquinto slow foodAssessore all’Agricoltura della Provincia Giaquinto: “Continuiamo a promuovere l’agricoltura di piccola scala”

 

CASERTA – Protagonisti contadini, maestri casari, produttori di confetture, conserve e miele, venditori di vino e olio ma anche i loro prodotti con annessi assaggi che hanno soddisfatto anche i palati più esigenti. Una vetrina per sapori e saperi l’evento La Rivoluzione con il cibo approdato a Caserta grazie alla Condotta Slow Food, un evento patrocinato dal Comune di Caserta e sostenuto  dalla Provincia con la presenza dell’assessore all’Agricoltura Stefano Giaquinto. Dalle 17 alle 22 la tappa sabato 17 maggio nella centralissima Piazza Vanvitelli, “anche la Condotta di Caserta ha risposto al richiamo dello Slow Food Day, celebrato contemporaneamente in numerose piazze italiane – ha dichiarato il delegato all’Agricoltura dell’Ente retto dal presidente Domenico Zinzi che non è mancato all’appuntamento  – Iniziative e attività per esaltare l’agricoltura familiare e quindi la piccola agricoltura, per farne conoscere i frutti e chi li coltiva e soprattutto per illustrare ai visitatori i valori che rappresenta e i benefici che implica”. L’agricoltura familiare, tema a cui quest’anno la FAO ha dedicato il suo Anno Internazionale. Ma perché è cosi importante parlarne? “Perché l’agricoltura di piccola scala  – spiega Slow Food Italia – è lo strumento fondamentale per sconfiggere la malnutrizione, tutelare la sicurezza alimentare e salvaguardare i prodotti locali, favorendo una dieta bilanciata e sana e mitigando gli effetti del cambiamento climatico. “Un’occasione anche per far conoscere le sane realtà agricole – conclude l’assessore Giaquinto – Continuiamo a promuovere l’agricoltura di piccola scala, quell’agricoltura in grado di muovere economie territoriali e di orientare il mercato del basso”. Presenti, tra gli altri, il sindaco della città di Caserta Pio Del Gaudio, Enzo Piccirillo, fiduciario del Comitato di condotta di Caserta, rappresentanti di associazioni di volontariato e ambientali, ristoratori della Guida Osterie, caseifici, Cooperative agricole, il Consorzio di Tutela dei Vini Casertani “Vitica” – Caserta, l’Associazione “Viticoltori Uniti del Pallagrello” – Caiazzo, Aziende Agricole di tutta la provincia, aziende vitivinicole, produttori di oli, di mieli e conserve. Con l’adesione del Consorzio Mozzarella di Bufala Campana, della Ferrarelle Spa e di Italia Nostra, WWF e “Chiedilo alla Luna”.