Napoli: va in scena “B-Tragedies trilogia shakespeariana trash”

Adda passà a nuttat

La compagnia teatrale Meridiano Zero tra Shakespeare e realtà

DAL 17 AL 19 NOVEMBRE TRE SPETTACOLI PRESSO LA SALA ICHOS DI SAN GIOVANNI A TEDUCCIO

La compagnia teatrale Meridiano Zero nasceva più di 20 anni fa con lo scopo di rispondere al vuoto e all’abbandono dovuti alla provenienza geografica. Dopo una serie di spettacoli itineranti la compagnia torna in Campania e dal 17 novembre metterà in scena 3 spettacoli. A gestire le attività ci sono Francesca Ventriglia e Marco Sanna che si occupano di produzione, unendo una scrittura originale con una cultura popolare, di distribuzione e anche di organizzazione. Gli spettacoli che verranno messi in scena presso la Sala Ichòs di S.Giovanni a Teduccio (NA) fanno parte di una trilogia chiamata “B-Tragedies trilogia shakespeariana trash”. Consistono tutti in rivisitazioni in chiave contemporanea e popolare delle opere di Shakespeare Macbeth, Amleto ed Otello. I caratteri che li accomunano sono l’ignoranza e la stupidità dei personaggi.

 

Meridiano Zero
Meridiano Zero

 

“ADDA PASSA’ A NUTTATA” – È questo il titolo del primo spettacolo che metterà in scena la compagnia venerdì 17 novembre alle 21. È la storia di due coniugi, due anziani che decidono di vivere rinchiusi tra le quattro mura della loro casa ignorando e respingendo il mondo circostante. In questo modo la coppia cerca di raggiungere pace e tranquillità e di sfuggire ai pochi ricordi che la coppia possiede del passato ma che li rimandano ai delitti atroci che hanno commesso. I coniugi alla fine, pur non superando e dimenticando la strage, continuano a tenersi per mano. Contro la falsa cultura gli autori presuppongono la stupidità. L’opera, tra l’altro, riprende il racconto dei protagonisti della cronaca italiana contemporanea. Degli assassini che si accaniscono contro il prossimo e ammiccano dietro lo schermo televisivo. Lo scopo della presenza dei personaggi di Shakespeare che sono immortali, è quello di far accanire gli spettatori e confessare loro tutti i crimini commessi dai protagonisti.

 

Adda passà a nuttat
Adda passà a nuttat

 

“SEARCH AND DESTROY” – Il secondo spettacolo è sabato 18 novembre alle 21. Ripercorre l’Amleto, la storia è stata scritta da Marco Sanna mentre le musiche sono di Massimo Casada. La storia parte dall’epilogo narrando di avvenimenti, storie e fatti già saputi. Durante lo spettacolo Amleto si accorge che è diventato inutile continuare a fare teatro ma pur non volendo viene chiamato dal direttore di scena per interpretare uno spettro e alla fine finisce per interpretare tutti i personaggi e a dar vita ad una tragedia. È un racconto statico questo, dove non accadrà nulla anzi, si provvederà a risolvere solamente le situazioni di agitazione.

 

Search and Destroy
Search and Destroy

 

“THIS IS NOT WHAT IT IS” – L’ultimo spettacolo è del 19 novembre alle 19. Dulcis in fundo, questa è una tragedia che riprende l’opera Otello. In essa il linguaggio alto di Shakespeare interagisce con forme espressive molto più basse, i dialetti, il karaoke, barzellette per perseguire la popolarità. I personaggi sono ridotti a poveri relitti, svuotati di ogni consapevolezza, rifiutano essi stessi di voler sapere o conoscere i motivi per i quali si trovano ad agire su un palcoscenico. Si parla dunque verso un pubblico dal quale si pretende che conosca a priori l’argomento di discussione, se non lo conosce tanto peggio per lui, ha avuto secoli per informarsi.

 

This is not what it is
This is not what it is

di Mara Parretta