Sessa Aurunca: Fede e Scienza dialogano

10850774_10205633021369491_246288343_n
Sabato 6 dicembre presso la Basilica Cattedrale Ss. Pietro e Paolo in Sessa Aurunca, il Professore Massimo Capaccioli, docente di Astronomia presso l’Università Federico II di Napoli, e Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Orazio Francesco Piazza, Vescovo della Diocesi di Sessa Aurunca, sono intervenuti sul tema “I cieli immensi parlano del grande Iddio la gloria”. Dopo lunghi e difficili secoli di rapporti avversanti, ieri Fede e Scienza, come già in altre occasioni, si sono spogliate di pregiudizi, dialogando all’interno di un luogo sacro. Perché, come ha sottolineato Mons. Piazza: “Ho accolto senza esitazioni l’invito ricevuto perché dialogare con la scienza è assolutamente necessario, il sapersi porre delle domande rappresenta la vera questione filosofica dell’uomo, di quell’uomo che si pone domande serie, intelligenti e motivate, che poi è quello che fa la scienza, ovvero partire da ipotesi plausibili e poi dimostrarle” , il Vescovo di Sessa Aurunca, si è poi soffermato sul titolo del convegno e ha dichiarato: “La gloria non è qualcosa di astratto, ma è manifestazione di un segno… mi fa piacere stasera vedere questo segno attraverso un percorso scientifico che in questa Cattedrale desta emozione ma diviene sentiero di conoscenza”. Attraverso una scheda filmata e un susseguirsi di immagini, il Prof. Capaccioli ha cercato di spiegare alcune questioni fondamentali che riguardano l’esistenza e la nascita dell’universo, come l’espansione del cosmo, i concetti di spazio e tempo… e in particolare la nuove scoperte scientifiche che riguardano la definizione di spazio e le sue frontiere, precisando che: “la verità fisica non è probabilmente conoscibile… noi non siamo trovatori ma ricercatori di questa verità”. Il convegno, che è stato moderato dalla dott.ssa Paola Di Transo, ha trovato grande riscontro e attenzione da parte del pubblico presente.

Ada Marcella Panetta

marcellapanetta@hotmail.it