Saviano: Opportunità di lavoro e meritocrazia concetti belli ma vuoti?

10431678_10153838155644778_2104205287129005910_n Si è tenuto il 23 Aprile  nella Sala Consiliare del Comune di Saviano un incontro con le realtà associative e i giovani per presentare le opportunità messe in campo dal livello territoriale, nazionale ed europeo per le giovani generazioni grazie l’associazione Amesci .La Campagna Cittadini 2.0, nata nel 2010 e realizzata con il patrocinio del Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Forum Nazionale dei Giovani, punta alla promozione di nuove forme di cittadinanza giovanile che siano in grado di sviluppare attività e servizi realizzati dai giovani per i giovani,in stretta collaborazione con gli enti locali, le università, le organizzazioni del terzo settore e le imprese.In particolare negli ultimi mesi Amesci ha realizzato per le associazioni e i cittadini savianesi un corso di progettazione sociale, strumento fondamentale per accedere ai fondi messi a disposizione dall’Italia e dall’Europa in ambito sociale, ma anche occasione di crescita personale e formativa. 11178241_10153838127739778_8498898412886655031_n A tal proposito interessanti sono state le parole del presidente di Amesci Enrico Maria Borrelli il quale afferma :”Credo che i ragazzi, che sono al centro delle nostre politiche associative ,rappresentino la parte  sana e, al tempo stesso, delicata della nostra società , su cui vitale investire costantemente e a cui offrire opportunità  di partecipazione e spazi espressivi. L’assunzione non è una cortesia ma un investimento quindi è importante che soprattutto le aziende ricerchino figure interessanti ed efficienti da inserire nel proprio organico creando così posti di lavoro”.Parole e atteggiamenti lodevoli quelli che si sono spesi durante l’evento ma purtroppo come spesso accade non tutti erano d’accordo con quanto decantato. La polemica dietro le quinte di quello che per moti si codificava più come una pièce teatrale che un evento sociale, ruotava in torno alla domanda posta da milioni di ragazzi per il Servizio Civile Nazionale e sui nomi dei vincitori all’interno del Comune di Saviano.Francesco P. un ragazzo presente all’evento dichiara:” Quello che sto ascoltando in questa sala per me è una presa in giro. Sento parole come: rispetto delle regole, opportunità ,meritocrazia ma davvero non comprendo perchè tutta questa omertà .Si è chiuso da poco il bando d’adesione al Servizio Civile Nazionale e al Comune di  Saviano già aleggiano i nomi di chi è entrato nelle grazie di Assessori e amministratori statali  tanto da esser già tranquilli che il proprio nome in quella lista c’è. 11156232_10153838149729778_7357422289560194014_n Allora dov’è la meritocrazia? dov’è il rispetto delle regole?. Basta fare un pò gli occhi dolci, partecipare alla festa di compleanno dell’Assessore di turno e dispendere baci e abbracci che il posto è assicurato?. Beh se basta abbassarsi a questo e “vendere” la propria dignità per un posto sicuro io ho il diritto di ribellarmi e il dovere di non ascoltare in questa ed altre sedi pubbliche discorsi di facciata ma del tutto vuoti all’interno”. Insomma se da una parte l’Associazione Amesci ha la volontà di creare bandi di lavoro che possano incentivare giovani ragazzi ad inserirsi nel mondo del lavoro ed arricchire la società di comportamenti giusti e lodevoli dall’altra si percepisce una sorta di diffidenza e di sfiducia nelle giovani generazione ,le quali faticano a credere che la costanza ,l’impegno e lo studio possano portare a risultati reali ma soprattutto meritocratici

About martina giugliano

Nata il 05/02/1991 a Napoli. Laureanda presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II in Lettere Moderne. Addetto Stampa dell’Associazione “Social Evo“. Speaker radiofonica, tutti i venerdì curo la rubrica free time sulle frequenze di Radio Amore.