SALUTE, SUCCESSO A MARCIANISE PER LA GIORNATA DI PREVENZIONE DEDICATA ALLE DONNE

prevenzione In occasione della Festa della Donna, grande successo  a Marcianise per l’iniziativa promossa dalle Unità Materno Infantile ed Unità Operativa Relazione con il Pubblico del Distretto 16 e dalla Unità Operativa Mammografica/ Screening Ca Mammella  del P.O. di Marcianise che hanno dedicato la giornata  dell’otto  marzo  di quest’anno alla prevenzione oncologica  – nello specifico alla prevenzione del tumore della cervice uterina e della mammella-.

Sono significative, infatti,  le 185 prestazioni effettuate tra visite ginecologiche con  paptest , visite senologiche ed ecografie mammarie a dimostrazione che le donne sono particolarmente sensibili al bisogno di prendersi cura della propria salute, soprattutto in questo momento storico. Un momento particolare per il territorio che ha determinato nella popolazione una consapevolezza tale da considerare la “prevenzione”  elemento determinante e non opzionale.

La massiccia adesione riscontrata in questa giornata  ne rappresenta  la testimonianza.

La buona riuscita dell’iniziativa è stata possibile anche grazie all’impegno e alla motivazione dimostrato dagli operatori che hanno cooperato alla manifestazione. Particolari ringraziamenti per l’impegno profuso vanno  alla dr.ssa Giovanna Capone,referente aziendale screening cervice uterina nonché responsabile UOMI DS16, alla dott.ssa Anna Piscitelli, responsabile UORP DS16 , al dr. Antonio Di Cerbo, referente screening ca mammella Presidio ospedaliero Marcianise ed a tutti gli operatori UOMI ed URP DS 16:

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.