SAGRA DEL CASATIELLO, A SANT’ARPINO, PRONTI PER PARTIRE

casatiellosagradi Daniele Palazzo

SANT’ARPINO-In programma per la “tre giorni” che va dal 6 all’8 giugno a venire, la Sagra del Casatiello, di  Sant’Arpino, non foss’altro che per i molteplici commenti positivi che, ogni volta, suscita e per la grano mole di persone che coinvolge ed attira in loco, è sicuramente una delle manifestazioni a tema più longeve ed originali dell’intero comprensorio di Terra di Lavoro. Parliamo di un momento celebrativo che, già ben confezionato all’atto della prima uscita, è cresciuto nel tempo, fino a guadagnare i requisiti necessari ad entrare di diritto nell’Olimpio della kermesse più “in” dell’intero territorio provinciale. Poche ore ancora, dunque, e in ogni angolo del laborioso centro dell’Agro Atellano sarà “invaso” dall’ambito prodotto dell’artigianato locale, le cui caratteristiche di gusto e fragranza sono conosciuti ed ammirati in ogni dove, e da altre squisite pietanze della ben conosciute pietanze dell’arte gastronomica zonale. Ad essere impegnate soprattutto le piazze intitolate ad Umberto I e a Salvo D’acquisto, nonché le vie San Giacomo e Palazzo  Ducale(vi troveranno posto, tra le altre, la prima edizione della “Mostra Canina Atellana, una personale dello rinomato scultore Vincenzo Sergio, spazi attrezzati onde illustrare agli interessati le varie tecniche di lavorazione della ceramica e spettacoli musicali e di ballo di buon livello). Tutto il centro storico cittadino addobbato a tema, negli stand espositivi la parte del leone la farà, ovviamente, Sua Maestà il Castiello. Nel cartellone dell’evento anche trovate culturali e di spettacolo vario, che possono contribuire a rendere più solide e robuste le radici di un appuntamento festivi tra i più noti ad ambiti del territorio casertano e non solo. Info contattando l’utenza di telefonia mobile 3478607876 e il sito web http://prolocosantarpino.it/home.html.