Sabato 17 Maggio lo Slow Food Day 2014. Gli appuntamenti in Campania

sfday-201415 maggio 2014

 Slow Food Day 2014 in Campania

L’agricoltura familiare per un cibo Buono Pulito e Giusto

Il consueto appuntamento con lo SLOW FOOD DAY, la festa nazionale delle Condotte Slow Food, cade quest’anno sabato 17 maggio e celebra l’anno dedicato dall’ONU all’Agricoltura Familiare.

In tutte le Condotte d’Italia saranno diverse le attività e le iniziative che avranno come obiettivo quello di far conoscere le persone, i prodotti e tutte quelle piccole realtà agricole che, con i loro valori, meritano di essere conosciute e raccontate. Tanti i Mercati, i Dibattiti e le visite guidate alla scoperta dell’agricoltura di piccola scala in grado di muovere economie territoriali e orientare il mercato del basso.

Di seguito gli appuntamenti previsti in Campania.

Le Condotte di Napoli, Vesuvio ed Agro-Nolano, svolgeranno diverse attività, in particolare ad Acerra,  mirate innanzitutto a risollevare la reputazione di queste terre troppo spesso diffamate e mal comunicate, a causa delle svariate polemiche degli ultimi tempi. Il primo incontro si svolgerà presso l’Azienda Agricola Antonio D’Amico, in via Nitti 7 alle ore 10,00 di sabato 17 maggio: attorno all’antica vasca di macerazione della canapa, attualmente utilizzata per l’allevamento di piccoli pesci da parte della famiglia D’Amico che racconterà la propria testimonianza di piccola realtà agricola di eccellenza in un territorio martoriato. Tanti gli interventi che ci saranno in quest’occasione:  i fiduciari di  Napoli, Rino Silvestro e di Nola, Gianluca Napolitano; ancora, porteranno la loro testimonianza Bruno Sodano e Vincenzo Egizio, produttori e custodi di prodotti della tradizione come la “papaccella napoletana” e di tante altre colture tipiche della zona; Saverio Bifulco, presidente dell’Associazione Produttori del Pomodorino del Piennolo; due giovani agricoltori, Maria Luisa Squitieri e Francesco Manzo, esempi di nuove generazioni che tornano alle origini e all’agricoltura; infine ci sarà anche l’intervento del giornalista Tommaso Esposito che racconterà la storia dei tanti prodotti dell’agro-acerrano tra i quali il presidio “dente di morto”, i fagioli acerrani dal nome estremamente singolare. Alle 13,00 con un plaid e una colazione al sacco si farà un pic-nic tutti insieme. Nel pomeriggio è prevista una visita al Museo di Pulcinella. La Condotta di Napoli sarà inoltre presente domenica 18 maggio presso l’ippodromo di Agnano dove si svolgerà un incontro educativo sull’orticoltura per bambini.

Nella centralissima Piazza Vanvitelli, dalle 17 in poi, la Condotta Sloow Food Caserta si propone come vetrina di tutti i produttori che fanno agroalimentare di qualità, dagli agricoltori ai ristoratori, dai vigneron ai trasformatori, con un occhio ovviamente speciale per quelli della nostra provincia. All’evento parteciperanno i contadini della Comunità del Cibo dei Monti Tifatini, maestri casari, produttori di confetture e miele, produttori di vino e di olio che esporranno ed offriranno assaggi dei loro migliori prodotti. Saranno presenti: ristoratori della Guida Osterie, caseifici, Cooperative agricole, il Consorzio di Tutela dei Vini Casertani “Vitica” – Caserta, l’Associazione “Viticoltori Uniti del Pallagrello” – Caiazzo, Aziende Agricole di tutta la provincia, aziende vitivinicole, produttori di oli, di mieli e conserve. Con l’adesione del Consorzio Mozzarella di Bufala Campana, della Ferrarelle Spa e delle associazioni ambientali e di volontariato come Italia Nostra, WWF e “Chiedilo alla Luna”.

La Condotta di Avellino, anche per celebrare i 5 anni di attività della propria Sezione Giovani impegnata in un programma di educazione alimentare nelle scuole della provincia, in occasione dello Slow Food Day sottoscriverà un protocollo d’intesa con il Coordinamento Provinciale dei Forum Giovanili di Avellino, per una collaborazione finalizzata a promuovere il cibo Buono, Pulito, Giusto e Sano in maniera capillare tra i giovani, a diffondere tra essi la cultura del cibo di prossimità e valorizzare i prodotti tipici irpini.

La Condotta dei Campi Flegrei ha invece organizzato una visita per conoscere le famiglie Paesano e Visconti: due storie con il quanto mai ambizioso progetto di recupero di una piccola cava, pezzi di terra tolti all’antica vocazione agricola del luogo. La visita partirà dall’eremo di Pietraspaccata, una chiesa paleocristiana, scavata nel tufo, primo segnale degli insediamenti urbani di quei luoghi e della loro antichissima vocazione agricola: il tutto sotto la guida del Professor Giacomo Ranucci. Successivamente si proseguirà verso la tenuta Paesano e Visconti, famiglie che conservano gli antichi segreti delle tradizioni della terra: il grano per i sepolcri, tutto il lavoro fatto per bil recupero dell’antica coltura della nocciola di “San Giovanni”.

In mattinata, la Condotta Costiera Sorrentina e Capri con la collaborazione del Forum dei Giovani di Sant’Agnello e l’Amministrazione Comunale sarà presente in piazza per parlare di orti e stagionalità, di semi e dei prodotti dell’agricoltura locale. Ci si rivolgerà ai bambini, attraverso un approccio di gioco con dei Laboratori della Terra, si spiegherà cos’è un orto e come si coltiva, questo per stimolare la familiarità con gli ortaggi locali e con il concetto di cura necessaria per allevare una piantina. I semi saranno messi a disposizione dagli agricoltori delle Comunità di Terra Madre, Orti di Stabiae e Colline Vicane. Questi saranno protagonisti in prima persona spiegando le peculiarità e le ricette: le zucchette gialle di Montechiaro, i fagioli butirri e i pomodori gialli invernali di Vico Equense, le zucchine di San Pasquale e i piselli cornetti coltivati negli orti di Castellammare di Stabia, tutte varietà ricche di sapore e uniche rispetto a tutto ciò che si trova nella grande distribuzione alimentare. Al termine saranno distribuiti ai bimbi i semi, il materiale didattico e l’occorrente per coltivare a casa questi prodotti con i propri genitori.

Con la collaborazione della Proloco di Anacapri e i volontari dell’associazione “Vivere con Lentezza”, la Condotta sarà poi anche sull’isola di Capri con le stesse attività previste a Sant’Agnello. La giornata terminerà con “La scampagnata della lentezza”. Alle 13,30 si pranzerà insieme al parco giochi in via Orlandi, per condividere impressioni e idee, insieme, con lentezza, godendosi la vita e la natura e perché no, condividere anche il cibo: chi vorrà potrà preparare e portare da casa per tutti.

Ad Agropoli, la Condotta Cilento porterà sabato in piazza della Repubblica il Mercato Contadino con la partecipazione dei produttori di piccola scala della zona. Alle ore 16,00 presso la Sala Polifunzionale “Giovanni Paolo II” avrà luogo una Caccia al Tesoro per bambini. Alle ore 17,00 tra i banchi del Mercato contadino si svolgerà il Laboratorio del Fusillo di Felitto. Dalle ore 17,00 alle ore 20,00 presso la Sala Polifunzionale “Giovanni Paolo II” sarà proiettato il cortometraggio “Nel nome del Fusillo” di Antonello Carboni a cura di Maria Grazia Caso e della MedFest Associazione onlus. Sempre alle ore 18,00 presso la Sala Polifunzionale si confronteranno in un Forum le idee sull’Agricoltura Familiare. L’evento è organizzato con il patrocinio del Comune di Agropoli. Inoltre, nella giornata del 17 maggio 2014, i seguenti ristoranti propongono nel proprio menù un piatto realizzato con almeno uno dei Presìdi Slow Food del Cilento: – Ristorante Palazzo Dogana, via Riviera, zona porto, Agropoli: Spaghetti, cacioricotta del Cilento Presidio Slow Food e pepe (disponibile a pranzo e a cena del 17 maggio) – Pizzeria Il Galeone, via Porto, Agropoli: Pizza cilentana con cacioricotta di capra del Cilento Presidio Slow Food (disponibile solo a cena del 17 maggio) – Ristorante Il Ceppo, via Madonna del Carmine, Agropoli: Sconcigli e ceci di Cicerale Presidio Slow Food (disponibile a pranzo e a cena del 17 maggio) – Ristorante “Che fresco!”, Calypso Art Hotel Paestum, via Mantegna 63: Cavatelli di grano Saravolla ai carciofi di Pertosa Presidio Slow Food, asparagi, cacioricotta del Cilento Presidio Slow Food e basilico (disponibile a pranzo e a cena del 17 maggio e a pranzo del 18 maggio) Sempre presso il Ristorante “Che fresco!”, laboratorio del gusto “Dai chicchi la salute – Varietà cereali, grani antichi del Cilento e paste tradizionali cilentane; il pane col “criscito” dalle 10,30 alle 12,00.

In Alta Irpinia, la ricorrenza sarà festeggiata a Calitri dalle ore 20,30 presso “la Locanda dell’Arco”. Si tratterà di una cena conviviale durante la quale si discuterà di agricoltura familiare. Si degusteranno piatti della tradizione contadina con prodotti locali. Prima della cena sarà possibile visitare il borgo della cittadina. Costo €20, prenotazione obbligatoria entro venerdì 16 maggio.

A Baselice la Condotta Tammaro – Fortore dedicherà la giornata al “Manifesto delle Comunità dell’Appennino”, nuovo progetto Slow Food. Saranno presenti il Sindaco di Baselice Domenico Canonico; la responsabile del progetto Sonia Chellini, Vice Presidente Slow Food Italia; il Presidente della Comunità Montana del Tammaro Antonio Di Maria; il Coordinatore del GAL Alto Tammaro Massimo Di Tocco; Giorgio Del Grosso, responsabile regionale progetto Arca del Gusto ed Erasmo Timoteo, responsabile Comunità di Terra Madre. La giornata fortorina prevede il raduno alle ore 10,00 presso piazza Convento con piccoli produttori e artigiani che esporranno i prodotti dell’agricoltura familiare per rafforzare l’idea che sono i contadini e i pastori i veri protagonisti dell’ agricoltura familiare.

I bambini della Scuola elementare leggeranno il manifesto. L’iniziativa voluta dalla Condotta Tammaro-Fortore è sostenuta dal Parroco Don Michele Benizio e da tutta la comunità di Baselice.Ancora la Condotta Slow Food Taburno e Valle Caudina, festeggerà domenica 18 maggio 2014 con due eventi. Il primo, “Spizzicato al Mercato”, all’interno dell’antico mercato del comune di Foglianise (BN), si proverà ad avvicinare le famiglie al mondo dell’agricoltura, offrendo varie degustazioni dei prodotti stagionali, al fine di sensibilizzare maggiormente la popolazione e di portarla all’acquisto di prodotti a Km 0, offerti sui banchi del mercato dai dei produttori locali. Il secondo evento si svolgerà invece presso l’azienda agrituristica “Il Tasso del Taburno”, situata nel cuore del Parco regionale del Taburno-Camposauro, nel comune di Cantano (BN), che proporrà una manifestazione sulla celebrazione del cibo locale, il tutto accompagnato da canzoni della tradizionale musica popolare.

La Condotta Agro Aversano – Atellano festeggerà anch’essa domenica ad Aversa a partire dalle ore 8,30. La manifestazione si svolgerà  all’interno della Villa Comunale e nella libreria “Il Dono” di Piazza Municipio. Non mancheranno i produttori locali e le associazioni locali che condividono gli ideali di Slow Food. Tra queste: Libera – presidio di Aversa, WWF – Agro Aversano – Napoli nord – Litorale Domizio, Associazione “Convergenze”, Associazione Cuochi Normanni. Saranno proposti laboratori didattici all’interno della libreria “Il Dono”. Ai bambini verrà donata una piantina che potranno mettere a dimora nel proprio orto di casa e gli verrà spiegato l’importanza della “stagionalità” dei prodotti della nostra terra nel rispetto dei cicli naturali.

La Condotta Slow Food Monti Lattari, in occasione delle celebrazioni per lo Slow Day 2014 ha organizzato l’evento: “Passeggiando, imparando, assaggiando… in modo buono, pulito e giusto” che si terrà ad Agerola domenica 18 maggio 2014 a partire dalle ore 10,00. Il tema di quest’anno sarà la valorizzazione del lavoro di contadini urbani, giovani agricoltori, artigiani e di tutti i protagonisti del ritorno alla terra, risorse preziose per il futuro di tutti. L’obiettivo principale sarà quello di incontrarli, portarli in piazza ed organizzare attività finalizzate a sostenere e contribuire a far si che venga riconosciuto il lavoro degli agricoltori che difendono quotidianamente il cibo buono, pulito, giusto.

Informazioni in costante aggiornamento su queste pagine e sulle pagine del portale nazionale dedicato all’evento: http://www.slowfood.it/slowfoodday/