Rumors, il viaggio giocoso ed irriverente dei Virtuosi di San Martino

Il Primo evento di stagione del Nest (Napoli Est Teatro) si apre il 23 ottobre alle 21.00 con “I Virtuosi di San Martino” in “Rumors (Settanta jukebox)” (fuori abbonamento), un quintetto composto da violoncello, flauto traverso, violino, chitarra e voce, che lavora sulla rivisitazione di materiale di repertorio, attingendo alla tradizione della canzone popolare in una formula che occhieggia alla musica “colta” e al teatro, tra avanspettacolo e opera. Con “Rumors (Settanta jukebox)” i Virtuosi di San Martino presentano un viaggio giocoso e irriverente nel mondo della canzone degli anni Sessanta e Settanta. Decenni di grande spinta rivoluzionaria, di grandi promesse di cambiamento, di grandi profezie utopiche, accompagnati da una variegata e quasi ossessiva colonna sonora fatta di canzoni, di rock, di disco, di “impegno”.

E proprio intorno ai più celebri brani di quegli anni i Virtuosi elaborano un trattamento chirurgico in stile dottor Frankenstein, innestando brandelli musicali e testuali su partiture di altri: Rino Gaetano che incontra Erik Satie, John Lennon che sposa gli Squallor, Bob Dylan convocato allo Zecchino d’Oro, i Pink Floyd in salsa 007 e l’inno al femminismo militante degli Abba.

A presentare questo concerto-spettacolo è il manager dei Virtuosi – un nuovo personaggio, una nuova invenzione – in una rocambolesca serie di racconti e curiosità legati a quei mitici anni, ai gruppi, alle storie. Una rilettura paradossale proposta da flauto traverso, ottavino, violino, viola, violoncello, chitarra classica, con voci e sensazioni rivolte alla parodia di alcune icone della musica contemporanea, da Patty Pravo a Jimi Hendrix, da Piero Ciampi ai Police.

imageI protagonisti sono:
Roberto Del Gaudio, voce e rielaborazione testi;

Federico Odling al violoncello e rielaborazioni musicali;

Vittorio Ricciardi al flauto;

Francesco Solombrino, violino e viola;

Carmine Terracciano alla chitarra.

Luci di Victoria de Campora; i costumi di Francesca Apostolico; la grafica è di Luca Mercogliano; promozione di Massimiliano Palmese.

Una produzione Diaghilev.

Per maggiori informazioni su Ass. Cult. Nest Napoli est Teatro – www.napoliestteatro.com

About Annamaria La Penna

Pedagogista, si occupa di educazione, formazione e ricerca universitaria prevalentemente nell'educazione degli adulti e del Life Long Learning. Assistente Sociale, mediatrice familiare e consulente tecnico esperto in servizio sociale forense, è impegnata nei servizi e nelle politiche sociali dal 2001. Ha collaborato con alcune testate, tra cui Viewpoint, magazine di promozione culturale umbro (dove nasce e si forma) fino a giungere nel 2016 nella grande famiglia di Informare, dove ricopre il ruolo di caporedattore e direttore organizzativo. Iscritta agli Ordini professionali degli Assistenti Sociali e dei Giornalisti Pubblicisti della Campania. Obiettivo personale e professionale: con passione e dedizione, continuare a migliorare in qualsiasi cosa faccia.