Rubrica di poesia: “Scrivi”

Torna la nostra rubrica con una breve poesia sulla bellezza, e la conseguente importanza, dell’arte dello scrivere.

Scrivi

Parla alla carta,
che sia giorno, sia notte,
che tu sia allegro o sia triste;
scrivi.
Scrivi perché di una brutta giornata
resti solo una bella poesia,
scrivi per cambiare te stesso,
scrivi, per ricordare chi sei.
Scrivi a tua madre, a tuo padre,
ai cugini, agli amici,
scrivi a chiunque,
scrivi a te solo e non altri.
Scrivi per dipingere il sole,
per inventare il mondo,
scrivi per sapere,
scrivi, per raccontare.
Non salverà dalla morte,
non farà crescere alberi,
non cambierà le persone che hai intorno,
perché nulla potrà fare luce sul mondo,
sul caos e sul caso.
Ma ogni cosa – tu anche –
sarà più bella,
se scrivi.

di Paolo Acampora

About fulvio mele

Fulvio Mele: Ventenne Giornalista Pubblicista da Marzo 2016 e Vicedirettore di Informare da Giugno dello stesso anno. Diplomatosi al Liceo Scientifico R. Caccioppoli di Napoli. Laureando in Sociologia (scienze sociali) presso la Facoltà della Federico II. Entra nell'associazione "Officina Volturno" nell'agosto 2013. Esordisce come giornalista nel mensile di ottobre 2013, scrivendo una rubrica sui libri, "Leggi che ti passa". "Credo che per essere giornalista bisogna essere curioso e andare oltre le cose; credo che la notizia non si crea ma la si racconta entrandoci dentro, aprendola dall'interno; credo che un vero giornalista scrive di emozioni e di storie, soprattutto dà voce a chi voce non ne ha ; credo che essere giornalista sia uno stile di vita"