Renato Natale: “Non sono il Sindaco del Pd”

renato natale ph mauro pagnanoOLYMPUS DIGITAL CAMERA“Siamo felici di tutti i comuni vinti, ma prendere Casal di Principe, il comune di don Peppe Diana, con una battaglia contro la Camorra e’ straordinario”, con queste parole, pronunciate nel corso dell’assemblea nazionale del Pd, Matteo Renzi ha voluto ribadire la soddisfazione per i risultati raggiunti alle ultime elezioni amministrative.

Dopo aver appreso dalla stampa che a Casal di Principe avrebbe vinto il Pd, è voluto intervenire sulla questione proprio Renato Natale, sindaco della città che di Don Peppe Diana e tanti altri martiri e caduti proprio a causa della criminalità organizzata.

“Non sono il Sindaco del Pd, del centrosinistra o di qualsiasi altro schieramento politico, ma il sindaco tutti quei cittadini di Casal di Principe che hanno deciso di voltare pagina e portare questa città a intraprendere percorsi positivi” ha voluto ribadire Renato Natale.

“Nel Pd ci sono tanti amici che in questi anni non hanno mancato di farmi sentire, in più occasioni, la loro vicinanza” ricorda Natale. “Ma è importante precisare che lo scorso 8 Giugno, a riprendersi questa terra, a fronte dell’occupazione militare della camorra, non è stato nessun partito, semmai lo stesso popolo di Casal di Principe. Un popolo spesso lasciato solo dalle stesse istituzioni ma che non per questo si è stancato di lottare contro la corruzione, il malaffare e quella minoranza di camorristi che hanno usurpato finanche il nome della città. Oggi, nonostante scandali e la corruzione dilagante, c’è un pezzo di questa Italia che è straordinaria e ne fa parte di diritto, con questo suo grido di libertà, anche la nostra città”.

“Abbiamo creato i presupposti per l’avvio di una nuova era e ribadito, con forza, senza infingimenti e senza possibilità di dubbio, il nostro no alla camorra” continua il medico e volontario. “Ora ci aspettiamo che siano lo Stato e la politica a dimostrare, in maniera altrettanto netta, da che parte stanno. Il riscatto di Casal di Principe è il riscatto della nazione intera. Dopo un modello Caserta1 fatto di arresti, soldati e poliziotti abbiamo fortemente bisogno di un modello Caserta 2 fatto di istruzione, lavoro e sviluppo. Senza lo Stato non possiamo costruirlo, perché i problemi su cui siamo chiamati a intervenire sono talmente tanti che rischiamo di rincorrere un cambiamento vago, per nulla sostenibile e duraturo”.

Natale rivolge, quindi, un appello a tutte le forze politiche e in particolar modo al governo: “Venite a Casal di Principe a conoscere la straordinarietà del nostro popolo e la sua accoglienza, venite qui a provare i prodotti e le eccellenze della nostra terra, ma soprattutto, venite qui a darci aiuti concreti”.