Regione Campania- Pace fatta tra Trenitalia e Associazioni Pendolari

di Antonio De Falco

La Regione Campania volta pagina e inizia una fase di collaborazione con Trenitalia e con le Associazioni Pendolari .

Questo e’ quanto emerso dal tavolo istituzionale che si e’ svolto sabato 17 dicembre presso gli uffici di Trenitalia a Napoli e al quale hanno partecipato Luca Cascone Presidente della IV Commissione Trasporti della Regione Campania , Tullio Alessandro , Direttore di Trenitalia, il Comitato Direttivo dell’Associazione Pendolari Sannio-Terra di Lavoro, composto da Marco Cicala, Antonio Di Fabrizio, Mario Mezzullo, Domenico Caruso, i rappresentanti del Comitato Pendolari Villa Literno, del Comitato Pendolari Falciano-Mondragone-Carinola, del Comitato Pendolari Sessa Aurunca, del Comitato Pendolari Terra di Mezzo e del Comitato Civico di Sessa Aurunca.

” Riconosciamo – ha detto Luca Cascone- il proficuo impegno e gli esiti positivi della attivita’ svolta sui territori dalle Associazioni dei Pendolari in stretta collaborazione sia con i vertici della Regione Campania e sia con i vertici di Trenitalia”. ” La Regione Campania – ha aggiunto – si sta impegnando a mettere in campo un piano programmatico finalizzato a risolvere gli atavici problemi strutturali ed infrastrutturali del trasporto campano”.

Insomma , un eccellente risultato per le Associazioni Pendolari che , in un primo momento, avevano denunciato la scarsa attenzione da parte di Palazzo Santa Lucia nei confronti della problematica da esse rappresentata e che avevano convocato il tavolo del 17 dicembre al termine del monitoraggio effettuato da Trenitalia e dagli stessi pendolari dopo la prima settimana di sperimentazione del nuovo orario dal quale erano emerse le carenze di un modello di programmazione logistica completamente inadeguato per le esigenze dell’utenza della nostra provincia.

” Il nuovo orario – ha detto Marco Cicala- attualmente non può essere applicato in quanto non risolve ed anzi peggiora i problemi di mobilità di tanti cittadini pendolari che già si sottopongono quotidianamente a tanti sacrifici per recarsi quotidianamente al lavoro e che spesso tornano a casa molto tardi”.

Nel corso della discussione i punti di maggiore criticità messi in luce da tutti i presenti e per i quali è stato chiesto di intervenire immediatamente sono stati quelli di:
– Mancanza di sicurezza nelle stazioni di interscambio, soprattutto in quella di Formia, in quanto non idonea ad assorbire gli enormi flussi di pendolari che si sono venuti a generare;
– Mancata capacità dei treni a trasportare tutti i pendolari, soprattutto nelle fasce di maggiore afflusso;
– Perdita dei treni coincidenti nelle stazioni di interscambio a causa degli innumerevoli ritardi accumulati dagli stessi ed ai tempi ristretti di coincidenza.

Pertanto su richiesta di tutte le Associazioni e Comitati presenti è stato richiesto alla Regione Campania ed a Trenitalia di mettere in campo tutte le risorse per attivare, “nel più breve tempo possibile” un progetto orario per la tratta Napoli-Formia-Roma che sia il più vicino possibile alle esigenze dei pendolari, ripristinando l’orario in vigore prima dell’11 dicembre ed integrandolo con tutti quei correttivi che possono migliorarlo.

Inoltre, allo scopo di dare una risposta immediata a tutta l’utenza, è stato richiesto, da tutti i presenti, di porre in essere alcune soluzioni, delle quali vi daremo comunicazione nei prossimi giorni al termine della fase di studio da parte dei tecnici, che vadano a mitigare tutti quei disagi emersi nel corso della fase di sperimentazione.
Ovviamente a tutto questo dovrà essere necessariamente affiancato un tavolo di confronto, al quale la Regione Campania ha già dato la propria disponibilità, fra tutti i soggetti coinvolti , ovvero Regione Campania e Lazio, Trenitalia ed Associazioni Pendolari, allo scopo di tornare nel più breve tempo possibile ad un orario che sia il più ottimale possibile per tutti.

” Nell’attesa di fornire quanto prima notizie in merito a quanto da noi richiesto- ha concluso Marco Cicala – approfittiamo dell’occasione per ringraziare il Presidente CASCONE ed il Direttore TULLIO per la loro disponibilità e sensibilità dimostrata nella risoluzione di tutte le problematiche da noi rappresentate”.