RASSEGNA AUSGANG : I CANI IN CONCERTO 9 MAGGIO ATLANTICO CLUB ( OPENING ACT: I MOSTRI + TESTAINTASCA)

I Cani, ottobre 2013, RomaAUSGANG

RASSEGNA ITINERANTE 2013-2014

 Dall’8 al 14 Maggio 2014

VENERDI 9 MAGGIO 2014

I CANI @ ATLANTICO CLUB

OPENING ACT: I MOSTRI + TESTAINTASCA

Viale dell’Oceano Atlantico, 271 D – Roma

CONCERTO ORE 22,00 – INGRESSO 13eu +  D.P.

 

Questa settimana per la Rassegna Ausgang I CANI in concerto. Il progetto musicale elettropop balzato agli onori della cronaca nel 2010 grazie al disco “Il sorprendente album d’esordio” torna dal vivo all’Atlantico Club con i pezzi del secondo disco “Glamour”. Proprio in questi giorni è in uscita il nuovo singolo “Corso Trieste”, brano realizzato in collaborazione con i Gazebo Penguins. Il videoclip del medesimo brano porta invece la firma del giornalista e filmmaker milanese Tim Small.

DI SEGUITO TUTTE LE INFO SPECIFICHE CON DATE, VENUE E COSTI DEI CONCERTI,

LE BIO DEGLI ARTISTI PRINCIPALI

 

A QUESTO LINK E’ POSSIBILE SCARICARE TUTTE LE IMMAGINI DEGLI ARTISTI.

http://s1206.photobucket.com/user/stampabigtime/library/AUSGANG%202014?sort=4&page=1

VENERDI 9 MAGGIO 2014

I CANI @ ATLANTICO CLUB

OPENING ACT: I MOSTRI + TESTAINTASCA

Viale dell’Oceano Atlantico, 271 D –  Roma

CONCERTO ORE 22,00 – INGRESSO 13eu +  D.P.

 

I CANI

“Glamour” è arrivato come un fulmine a ciel sereno a fine a novembre, annunciato solo pochi giorni prima della data di uscita e attraverso dei flyer che hanno svelato al pubblico il primo estratto dal nuovo album de I Cani (Non c’è niente di Twee).

Da lì in poi è cominciata una folle corsa che ancora sembra non volere cessare: I Cani sono emersi dal nulla, nel 2010, con solo due canzoni pubblicate su YouTube, il loro “Soprendente album d’esordio” poi ha fatto il resto facendoli diventare in brevissimo tempo una della band più apprezzate del panorama indipendente italiano e non solo.

Anche il loro nuovo disco non è passato di certo inosservato, finendo per generare i soliti dibattiti tra ammiratori e detrattori e rimarcando ancora di più che con I Cani non sono possibili mezze misure. O li si ama o li si odia.  Grazie a Dio quelli che li amano sembrano essere molti di più degli altri, come testimoniano i riscontri ottenuti da “Glamour”: da subito entrato ai primissimi posti della top ten di iTunes e che ha scalato posizioni anche nella classifica FIMI. Per non parlare delle prime date del tour che hanno portato I Cani a esibirsi di fronte a un pubblico sempre maggiore.

9 date che sono state un vero e proprio successo da ogni punto di vista, tra sold out in prevendita (la data ai Magazzini Generali di Milano e le due al Circolo degli Artisti di Roma) e altri al botteghino (Perugia) fino ai pienoni di Firenze, Torino e Bologna e la data conclusiva al Demodé di Bari.

Ripartono quindi nel 2014 con nuove date che li porteranno in alcune delle città non raggiunte con la prima tornata, e altre ancora ne arriveranno. I Cani sono cresciuti e sul palco è impossibile non notarlo.

Nel frattempo il loro nuovo singolo – Storia di un artista – anche grazie a un video presentato in anteprima sul sito del quotidiano La Repubblica, sta ottenendo riscontri incredibili nei grandi network radiofonici, finendo per essere usato anche come stacchetto all’interno del popolare programma televisivo Quelli che il calcio.

 

 

I MOSTRI

I Mostri cantano di storie ciclicamente appartenute a tutti i romani. Ci sono le piazze, i muretti, le impennate coi motorini sul selciato, tutto un immaginario giovanile cui davvero non si può prescindere. Esplosivi in tutto e per tutto I Mostri regalano scariche di adrenalina pura, schizzando letteralmente tra proto-punk e ska. I testi in italiano spiattellano la loro cultura, in maniera dissacrante. “La Gente Muore di Fame” – che è anche il titolo del loro debutto – esprime così un concetto essenziale, che mai come oggi sembra abbracciare tutte le categorie sociali. E’ musica da strada, velenosa per certi versi, ma capace di trovare efficaci slanci ironici, riflettendo su quella quotidianità che scorre come una pellicola neo-realista.I sostenitori de I Mostri sono cresciuti a tempo di record, la città ha mostrato di apprezzare questo loro approccio essenziale, finanche sbarazzino. E’ una musica febbrile, una frustata: ogni ritornello rimane impresso, confermando il potenziale radiofonico di un disco destinato a fare sfracelli fuori anche dalla città eterna. Basta assistere ad una delle loro esibizioni dal vivo, dove il pubblico sembra fondersi coi musicisti in un abbraccio ‘sudato’, quasi a sfiorare la tipica coreografia da stadio. I Mostri sono reali e vivono tra di noi, proprio come nel film di Dino Risi del 1963, che omaggiano a chiare lettere. “Sono arrivati gli anni dieci e tutti sembrano infelici” cantano in “Camilla”, come se la frustrazione comune abbracciasse davvero ogni categoria. Dalle strade oggetto di scaramucce di ‘Cento Lame’ alla storia dei luoghi del centro città in decadimento – ‘Piazza Trilussa’ – un viaggio in scooter tra le vie della capitale, sfrecciando tra chitarre neo-garage e ritornelli appiccicosi. I primi due singoli estratti dall album – potenzialmente ce ne sono altri sette! – sono ‘Camilla’ e ‘100 Lame’ accompagnati dai rispettivi video.

TESTAINTASCA

I Testaintasca sono un quartetto romano con la passione smodata per gli strumenti vintage e le giacche di pelle. Vengono da un universo parallelo, sono refrattari alle mode e poco inclini all’auto-promozione. Credono nei giradischi e in Lucio Battisti, amano i Beatles e Kinks. i Blur e il pop suonato con le chitarre elettriche. È dal 2009 che se ne parla come uno dei segreti meglio custoditi della scena indie romana: fino a poco tempo fa erano difficilmente rintracciabili sui Social Network e tutto quello che si sapeva di loro era solo dovuto al passaparola e ai numerosi concerti che hanno infiammato per anni i palchi della capitale. Un piccolo culto sotterraneo che è emerso anche grazie alla pubblicazione di un primo omonimo EP, pubblicato in free download da 42 Records ad aprile 2013.

Dopo avere trascorso l’estate in studio di registrazione a lavorare al loro primo album, con la produzione artistica di Giacomo Fiorenza, si sono fatti notare accompagnando in tour I Cani, come special guest delle prime nove date del tour che si sono svolte in alcuni dei più prestigiosi live club italiani, facendo riscontrare una serie sorprendente di sold out. Quello tra I Cani e Testaintasca è un legame antico, che nasce da un’amicizia vera e dall’apprezzamento reciproco: sono stati proprio I Cani a segnalarli a 42 Records e a insistere per averli come ospiti speciali del loro nuovo tour. La band ha approfittato dell’occasione per presentare in anteprima proprio i brani che andranno a comporre “Maledizione!”, il loro disco di esordio, uscito il 4 febbraio del 2014, appunto, per 42 Records, con distribuzione Universal.

Le loro canzoni sono semplici e dirette, fresche come una bibita gelata in agosto, vecchio stampo, ma non per questo passatiste.

I testi possono fare pensare a un certo revival del beat italiano, così fortemente caratterizzati da temi sociali come l’ecologismo, la politica e il sentirsi sempre inadeguati alle dinamiche imposte da questa società. “Maledizione!” non è un grido di resa, ma di attacco.

AUSGANG

 

Nato nell’ottobre del 2011, il gruppo di lavoro AUSGANG si è subito imposto nell’organizzazione e nella promozione di spettacoli dal vivo a Roma. Una costante ricerca, sempre spinti da elasticità e curiosità, del mix perfetto fra evento e luogo con l’obiettivo di costruire un ambiente riconoscibile, in cui potessero ritrovarsi fruitori di musica, addetti ai lavori, artisti.

Questo ha portato, nella stagione 2012 indoor, all’organizzazione di oltre 150 eventi di altissima qualità e l’organizzazione (insieme al Lanificio 159), di SuperSanto’s, vera novità dell’Estate Romana 2012 con i suoi 80 giorni di programmazione (65 dei quali ad ingresso gratuito).

La stagione 2013 è continuata all’insegna della musica dal vivo con decine e decine di concerti organizzati, a secondo della tipologia di spettacolo, ogni volta in spazi nuovi e funzionali in giro per Roma: Auditorium Parco della musica, Lanificio159, Black Out, Rock Club, Piper ClubTeatro Lo Spazio, Le Mura Live Club, Muzak. Una programmazione ricchissima, sempre abile nel presentare i nomi più originali e attesi del panorama musicale internazionale. Tra questi ricordiamo Beach House, Dinosaur Jr, Of Monsters and Men, Xiu Xiu, Japandroids, Moon Duo, Cody Chesnutt, Gold Panda, Fuzztones, Nosaj Thing, Lisa Germano, Suuns, Murder By Death e Swim Deep.

Numerosi anche i musicisti italiani passati sui palchi targati Ausgang. Una nuova conferma per  l’organizzazione che più sa interpretare e presentare il rock italiano indipendente a Roma. Ecco alcuni nomi:

Dente, Marta sui Tubi, Bud Spencer Blues Explosion, Coez, Lo Stato Sociale, Giardini di Mirò, Zen Circus, Edda, Paolo Benvegnù, Di Martino, Marina Rei, Riccardo Sinigallia, Ministri, Tre Allegri Ragazzi Morti, Diaframma, Umberto Maria Giadini, Africa Unite, Maria Antonietta, Thony, Muro del Canto, Adriano Viterbini, Nicolò Carnesi, Virginiana Miller e Sadside Project.

La stagione estiva 2013 ha visto Ausgang impegnata in tre location: Cae – Città dell’Altra Economia, Pigneto Spazio Aperto e Angelo Mai Altrove Occupato sempre con la stessa passione e attenzione verso artisti e pubblico. Tanta musica e tanta partecipazione agli eventi tra cui segnaliamo: Offlaga Disco Pax, Marta sui Tubi, Lee Scratch Perry, Tre Allegri Ragazzi Morti, Colapesce, Cosmo, I Ministri, Sinkane, Civil Civic, Criminal Jokers, Mamavegas, Frank Sent Us, Lo Stato Sociale, Vadoinmessico.

 

INFO:

www.ausgang.it

www.facebook.com/ausgangproduzioni