PSORIASI: NUOVO OPEN DAY ALLA SUN IL 25 NOVEMBRE

DOPO IL GRANDE SUCCESSO DELLA GIORNATA MONDIALE DELLA PSORIASI CHE HA PERMESSO A TANTE PERSONE  DI SAPERNE DI PIU’ SULLA MALATTIA, UN NUOVO OPEN DAY ALLA SUN DEDICATO ALLE VISITE E AI COLLOQUI INFORMATIVI PER ALLEVIARE ANCHE LA SOLITUDINE DEI PAZIENTIpsoriasi

 

Napoli, 20 novembre 2016 – Il grande successo della Giornata Mondiale della psoriasi ha contribuito a squarciare ulteriormente quel velo di isolamento e solitudine che tanta sofferenza provoca nei pazienti affetti dalla malattia, vittime anche della non conoscenza e dei pregiudizi che da sempre circondano i malati di  psoriasi.

 

E’ per questo motivo che venerdì 25 novembre,  dalle 9.00 alle 14.00 presso l’U.O. di Clinica Dermatologica della Seconda Università degli Studi di Napoli, Edificio 9C, al primo piano, avrà luogo un nuovo  OPEN DAY dedicato a visite, controlli e colloqui informativi. Tutto questo perché chi soffre di psoriasi o sospetta di presentare i sintomi della malattia possa informarsi e curarsi nella maniera piu’ adeguata, senza sentirsi solo e disorientato. Durante l’OPEN DAY, infatti, un team di esperti sarà a completa disposizione del pubblico, non solo per le visite, ma anche per dare ai pazienti delle figure di riferimento che oltre a gestire la complessità della malattia e prescrivere la terapia farmacologica possanocomprendere ed accogliere il bisogno di ascolto dei pazienti.

 

“Contrariamente a quanto si pensava fino a qualche decennio fa –  afferma la Prof.ssa Ada Lo Schiavo, Docente di  Dermatologia  presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, Responsabile del Centro regionale terapia psoriasi con farmaci biologici SUN –  la psoriasi non è una malattia solo della pelle, e da recenti indagini risulta che i pazienti che ne sono affetti spesso non si curano o si curano in maniera inadeguata. Ciò porta ad un peggioramento delle comorbidità frequentemente associate alla malattia, come l’artrite, che ha andamento evolutivo, ingravescente e spesso invalidante, oppure le patologie cardiovascolari, il diabete e la depressione, soprattutto in caso di una psoriasi grave non trattata. Forse ancor più importante da considerare è la severa riduzione della qualità di vita determinata dalla psoriasi, anche per forme lievi, a causa del prurito, della visibilità della malattia e della frequente repulsione sociale vissuta dai malati.

 

Studi recenti  invece, dimostrano che una terapia mirata e  intrapresa per tempo è in grado di controllare non solo le manifestazioni cutanee causa di gravi disagi ,ma anche le gravi comorbidità associate, bloccandone l’evoluzione nel tempo. Infine, per avvicinare il paziente psoriasico, spesso scoraggiato, a cure adeguate, è importante fare tanta  informazione ed “aprire le porte” delle strutture perchè possano diventare così degli importanti punti di riferimento sul territorio che ‘prendano in carico’ il paziente a 360 gradi.”

 

L’appuntamento per quanti volessero approfondire con una visita specialistica gratuita, quindi, è per venerdì 25  dalle 9.00 alle 14.00 presso l’U.O. di Clinica Dermatologica della Seconda Università degli Studi di Napoli. Per prenotazioni,  il numero verde 800 625 043 è a disposizione dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00. Ulteriori info su: www.openday2016.com. Open Day’ è una iniziativa realizzata da Caregiving Italia con il contributo incondizionato di Pfizer.

 

Uff. Stampa

Simonetta de Chiara Ruffo

simonettadechiara@gmail.com

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.