Prosegue azione del Comune di Caserta per prevenzione rischio sismico.

di Antonio De Falco

Prosegue l’azione del Comune di Caserta per la prevenzione del rischio sismico. L’Amministrazione Comunale ha, infatti, partecipato alla Manifestazione di Interesse per accedere ai finanziamenti del Fondo per la prevenzione del rischio sismico della Regione Campania, per gli interventi di “miglioramento/adeguamento sismico o demolizione e ricostruzione di edifici e infrastrutture di interesse strategico”. Su impulso dell’assessore al patrimonio Alessandro Pontillo, oggetto delle richieste è stato l’adeguamento sismico della scuola elementare di Casolla, della scuola elementare Lombardo Radice di via Roma e della scuola Gen. Pollio di San Benedetto, per un totale di oltre 4 milioni di euro di richiesta di finanziamento. L’iniziativa segue quelle già avviate nei mesi scorsi sullo stesso tema con la partecipazione alla Manifestazione di Interesse per il cofinanziamento regionale degli studi di microzonazione sismica e analisi CLE (Condizione Limite per l’Emergenza) e con l’Avviso Pubblico per gli “Interventi strutturali di rafforzamento locale, miglioramento sismico o, eventualmente, demolizione e ricostruzione di edifici privati”, per il quale i cittadini potranno presentare la richiesta di incentivo fino al prossimo 6 febbraio.
Intanto, l’assessore alla Pubblica Istruzione Daniela Borrelli annuncia che è stato definito il programma delle visite ai plessi scolastici di competenza comunale per la “Valutazione sulla vulnerabilità e funzionalità degli edifici scolastici di proprietà comunale”, così come previsto dal Protocollo d’intesa firmato tra Comune e Ordine degli ingegneri di Caserta. Sono state individuate cinque squadre di tecnici che visiteranno i plessi scolastici degli Istituti Comprensivi Giannone, Vanvitelli, De Amicis – Da Vinci, Collecini e della Direzione Didattica Lorenzini.