Prorogata fino al 31 Maggio l’apertura della mostra “Da Guttuso a Matta. La Collezione Valenzi per Napoli” organizzata dalla Fondazione Valenzi al Maschio Angioino

m_valenziOltre seimila visitatori e richieste crescenti di visite organizzate per l’esposizione di dipinti, disegni e piccole sculture curata da Olga Scotto di Vettimo che racconta quasi un secolo di storia napoletana e internazionale attraverso le opere di Maurizio Valenzi e di molti altri artisti

 È stata prorogata fino al 31 Maggio prossimo l’apertura al pubblico della mostra “Da Guttuso a Matta. La Collezione Valenzi per Napoli” allestita a Napoli al Maschio Angioino in una sala completamente ristrutturata attigua alla sede della Fondazione Valenzi.

L’esposizione è stata promossa, in collaborazione con il Comune di Napoli, dalla stessa istituzione internazionale dedicata a Maurizio Valenzi, l’ex parlamentare italiano ed europeo, sindaco a Napoli dal 1975 al 1983 ed è curata dalla storica dell’arte Olga Scotto di Vettimo.

 

La mostra, inaugurata in occasione del settantesimo anniversario delle Quattro Giornate di Napoli, doveva inizialmente terminare il 31 Marzo, ma il successo di pubblico registrato con oltre seimila visitatori e il crescente interesse tra gli addetti ai lavori e i gruppi organizzati hanno spinto l’Ente a prolungarne l’allestimento.

 

L’esposizione comprende circa sessanta opere tra pitture, disegni, ceramiche e piccole sculture e intende raccontare attraverso la produzione artistica di Maurizio Valenzi e quella di tanti altri noti artisti del ‘900 a lui amici quasi un secolo di arte e storia di Napoli e del mondo.

Oltre ai dieci quadri firmati da Maurizio Valenzi, patrimonio della Fondazione, si ritrovano, tra l’altro, le opere di Renato Guttuso, Antonello Leone, Sebastian Matta, Emilio Notte e Paolo Ricci.

Per celebrare le Quattro Giornate di Napoli sono poi in esposizione i quattro bozzetti preparatori in bronzo del “Monumento alle Quattro Giornate di Napoli” di Marino Mazzacurati, inizialmente a Piazza della Repubblica e oggi temporaneamente spostato per i cantieri della Metropolitana, e il bronzetto del “Monumento al perseguitato politico” di Raffaello Fienga, situato alle Isole Tremiti.

 

La mostra è stata promossa in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli e con il contributo della Provincia di Napoli, Istituto Banco Napoli Fondazione e Metropolitana di Napoli Spa.

 

L’ingresso, dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 18.00, è gratuito.

 

Il catalogo è edito da arte’m.

Il progetto allestitivo è di Lucia Anna Iovieno.

 

 

 

Relazioni Esterne e con i Media

 

Gianluigi Cioffi 333 5056074

 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.