Progetto chiamato PROMETEO in collaborazione con le forze dell’ordine legato al piano per la pulizia delle strade periferiche.

pneumatici_discarica--400x300prometeoSiccome le tematiche ambientali sono troppo ampie e per non correre il rischio di essere troppo dispersivo, da questo numero e per un primo periodo vi proporrò degli approfondimenti inerenti alla flora e all’ambiente urbano, argomento maggiormente specifico alla mia attività professionale e lavorativa.

Per la qualità urbana, lo Sviluppo Sostenibile è un processo che dura per tutta la vita, incoraggia l’uso della riflessione e del pensiero, come necessari integratori per una completa azione di informazione che raggiunga tutti i cittadini.

Tocca tutti gli aspetti della vita e i valori, al centro dei quali vi è il rispetto  per gli altri, inclusi quelli delle generazioni presenti e future, per la diversità, per l’ambiente, per le risorse della Terra.

Dalla necessità di disporre di esperti con conoscenze multidisciplinari per lo studio di problematiche ambientali complesse sulle varie matrici ambientali territoriali, dall’emanazione di leggi, richiedenti l’osservanza di specifici protocolli di investigazione e dalla sempre più crescente consapevolezza dell’opinione pubblica riguardo alle problematiche ambientali, nascono le Scienze Ambientali volte alla salvaguardia, tutela e conservazione dell’ambiente con controllo e monitoraggio sul territorio in contemporanea con l’Educazione Ambientale sono studi professionali e discipline che più di ogni altra si prestano a uno studio e a un approfondimento “sul campo”. Per un efficace raggiungimento degli obiettivi educativi, è fondamentale sviluppare attività a diretto contatto con l’ambiente. Quindi un compito imprescindibile a cui le associazioni o le realtà territoriali devono tendere, è un’educazione ed uno studio attento a quello che avviene nel contesto territoriale.

Purtroppo le realtà territoriali sono tristi, infatti come già da tempo sentiamo parlare, siamo in problematiche serie come la cosiddetta “TERRA DEI FUOCHI” che come tutte le associazioni anche l’Officina Volturno ne ha preso atto ed ha manifestato scendendo in strada a Napoli negli scorsi mesi e sembra che qualcosa stia cambiando, infatti in difesa dell’ambiente oltre ai piani di bonifica dei territori inquinati, si è attuato anche un piccolo Progetto chiamato PROMETEO in collaborazione con le forze dell’ordine legato al piano per la pulizia delle strade periferiche.

Si tratta di un piano di smaltimento ma soprattutto di recupero

di pneumatici che se dispersi nell’ambiente, possono risultare molto pericolosi per la salute pubblica, infatti a Giugliano in Campania sono state recuperate 7 Tonnellate di pneumatici e quindi ha incominciato a dare buoni risultati. Nelle prossime settimane il programma di recupero e riciclo verrà esteso man mano in tutto l’interland Campano.

Il protocollo del progetto prevede che siano stesso i comuni che attraverso le società di raccolta di cui già si servono sul territorio, ad effettuare la raccolta sul territorio per poi stoccarlo in aree temporanee dove vengono poi prelevate dall’azienda che ne gestisce il recupero energetico e di materiale, in questo modo i pneumatici sono tolti dalla pratica criminale che li fa diventare innesco di roghi tossici.

Questo fenomeno dei roghi e dell’inquinamento causato dall’abusivo smaltimento e dall’abbandono incontrollato di rifiuti sia urbani che speciali, interessa ampie aree del territorio Campano nel quadrilatero compreso tra il litorale Domitio, l’Agro Aversano – Atellano, l’Agro Acerrano – Nolano e Vesuviano e la città di Napoli con conseguenze gravi sulla salute, sull’ambiente e sulla sicurezza ed è proprio per questo che in questi giorni è stato diffuso il comunicato che ci sarà anche l’aiuto dei militari come negli anni scorsi per ovviare e controllare questa bomba ecologica.

Tutto questo è una piccola parte di quello che si deve fare e si spera che al più presto ci sia una pulizia profonda di tutto il territorio afflitto da queste problematiche.

Per questo imparare a rispettare fin da piccoli l’ambiente e le risorse da difendere e no da distruggere sono le basi su cui fondare le generazioni future per un mondo si spera più pulito e sano atto a garantire la sostenibilità e l’equilibrio tra “uomo” e “ambiente”.

 

 

Rosario Maisto

 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.