“Prima Giornata degli Amici in Carrozzina”

IMG_7930Il giorno 17/05/2015 la Onlus Ciò che vedo in Città – ITALIA istituisce la “Prima Giornata degli Amici in Carrozzina”.

 

 

 

Alle ore 10:30 ci saremo noi dell’Associazione con tanti amici in carrozzina per fare un giro sull’altalena per disabili, provando l’ebrezza del vento che finalmente in questo parco e grazie alla nostra Onlus, soffia anche nei capelli di chi è costretto in carrozzina. Una giornata dove il diritto di gioco, più delle volte negato a chi è diversamente abile, sarà uguale a tutti gli altri bambini e ragazzi della città e non. Ricordiamo che la Onlus l’anno scorso è riuscita a regalare alla città di Santa Maria Capua Vetere una giostra per diversamente abili, la prima del sud Italia.

Siccome molte volte e a torto è utilizzata da bambini normodotati – spiega il Presidente Donato Trepiccione – è l’unico modo per comunicare a tutti chi davvero deve utilizzarla. La giostra – continua il Presidente – è un presidio di civiltà nella nostra città e tutti siamo responsabili dell’eventuale danneggiamento. Solo con la civiltà, la gentilezza e l’educazione riusciremo a debellare gli sciocchi che permettono ai propri figli, anche a gruppi piuttosto congrui come documentato molte volte, di giocarci anche non avendone diritto procurando un’usura della stessa dovuta all’utilizzo non normato. Ricordiamo a tutti che abbiamo dovuto collocare ben 4 segnali visivi che spiegano a chi è destinata la giostra ma puntualmente ci ritroviamo a ricordarlo a chi la usa in maniera impropria. Ci proponiamo di fare più giornate dedicate ai ragazzi in carrozzina cercando di potenziare il parco anche per i bambini normodotati, anche loro penalizzati dalla crisi e dall’incuria.

I volontari della Onlus – spiega Anne Mascart associata della Onlus e mamma di Giulia Migliore, l’angelo in carrozzina alla quale è stata intitolata la giostra – si impegneranno ad aiutare i parenti dei ragazzi in carrozzina al trasporto verso il parco, quindi chiunque ha l’esigenza di essere favorito in questa operazione non esiti a contattarci al 347/9834217 e ci impegneremo affinché ogni ragazzo abbia garantito il proprio diritto al gioco.