PRESENTAZIONE “I CADUTI DI PIETRA”

LOCANDINA santa maria PRESENTAZIONE 25 Ottobre 15Quando si pensa alle sciagure di una guerra, alla crudeltà nefasta dei suoi combattimenti e bombardamenti, lo sconforto e la pietà si concentrano subito sul sacrificio di vite umane, che costituiscono il bene sommo e più prezioso.

Eppure, per straziare davvero una nazione, non basta sopprimere le esistenze biologiche dei suoi abitanti: si deve mirare alle anime, oltre che ai cuori. E l’anima di una nazione è il suo patrimonio artistico, l’anima di una nazione è la sua tradizione storica, è ogni singola sua espressione culturale.

Cadono i soldati, tra pallottole e granate, e cadono i civili, vittime di rappresaglie e sabotaggi. Ma insieme ad essi periscono anche dimore reali, templi, ponti, musei, biblioteche. Accanto ai morti, le armi fanno altri caduti, “di pietra”, come li definisce Giuseppe Russo nel titolo del suo ultimo libro “I caduti di pietra. Campania 1940-1943. Storia di una regione in cui cadde anche la cultura”, pubblicato da Photocity Edizioni (www.icadutidipietra.it).

L’autore presenterà il volume a Santa Maria Capua Vetere Domenica 25 Ottobre 2015, alle ore 18, presso la sede dell’associazione “Ciò che vedo in città – Italia”, ubicata al civico 54 di via Augusto Pierantoni. L’evento sarà introdotto dagli indirizzi di saluto del Presidente dell’associazione, Donato Trepiccione; modererà la discussione l’avvocato Michele Aiezza, delegato alla cultura.