Presentato : “I padroni di sabbia” .Libro di Salvatore Minieri.

padroni-di-sabbia-300x300

Un vero e proprio successo è stato il primo evento organizzato dall’Associazione Res di Castel Volturno denominato “Un’estate tutta da leggere” . L’evento si è svolto nella location del Lido Le Vele, in località Bagnara , ove è stato presentato il libro inchiesta di Salvatore Minieri, ‘I padroni di sabbia’. Una lettura importante per quanti vogliano capire le origini, le conseguenze e i possibili rimedi a quella che è stata la più drammatica operazione di stupro della nostra terra: l’abuso edilizio nel litorale domitio.

La critica di Minieri fonda le sue basi sull’incapacità da parte dei  colleghi giornalisti colpevoli di non aver parlato mai abbastanza di quanto succedeva e continua a succedere nei dintorni del litorale domiziano, dove continua a farla da padrone una famiglia i cui i loro affari sono ancora ben presenti nelle stanze del potere. Ed è proprio la mancata denuncia su tutti gli affari dei Coppola ad essere oggetto della critica di Minieri, che senza troppi giri di parole ha indicato nel ‘coppolismo’ la vera tragedia che ha condannato al degrado quella che poteva essere una risorsa unica per il turismo dell’intero sud Italia. Il ‘coppolismo’ inteso come la connessione perversa tra abusivismo edilizio di massa, affarismo, rapporti tra politica e criminalità organizzata, a cui nessuno ha avuto mai la forza di opporsi: tutto è stato concesso alla famiglia Coppola, e per costruire interi quartieri abusivi è stata devastata anche la foce del Volturno, da cui è stata prelevata la sabbia da utilizzare per le operazioni di edilizia selvaggia.

Vincenzo Lo Cascio