Premio per la Pace Donna Coraggio 2014: Un fiume in piena per “Simonetta Lamberti”

Caserta 27-03-2014-2063 (1) Caserta 27-03-2014-2059 Caserta 27-03-2014-2063 Caserta 27-03-2014-2000Caserta- “Istituzioni, associazioni e società civile, sono chiamate a collaborare in sinergia perché questa terra possa trasformarsi in terra di Pace, i giovani in particolare, eredi del futuro, hanno il dovere di fare tesoro di questi messaggi e di impegnarsi per il cambiamento, perché davvero un altro mondo fondato sulla giustizia e sulla Pace possa un giorno realizzarsi. Perchè stragi di innocenti bambini come quella di Simonetta non più accadano”. Si è svolto giovedi scorso 27 Marzo, presso l’aula consiliare della Provincia di Caserta, la cerimonia di conferimento del “Premio Internazionale per la Pace Donna Coraggio”, dedicato quest’anno alla memoria della piccola Simonetta Lamberti vittima innocente della camorra, che fu uccisa per sbaglio al posto del padre, il giudice Lamberti, procuratore di Sala Consilina, durante la spietata guerra di camorra degli anni ’80. Promotrice della lodevole iniziativa L’Associazione di Volontariato del “Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato – III Millennio” della Provincia di Caserta e della Regione Campania” presieduto dalla testimonial ed artista per la Pace Agnese Ginocchio, componente anche della Commissione provinciale delle Pari Opportunità . L’evento è stato patrocinio dalla Provincia di Caserta, dall’Ufficio provinciale della Consigliera di Parità, dalla Regione Campania e dal Coordinamento Campano dei familiari delle vittime innocenti della criminalità. Tra gli Ospiti presenti i familiari della piccola Simonetta: la sorella Serena e la madre Dott.ssa Angela Procaccini, a cui è stato consegnato il Premio, la pergamena e a seguire l’investitura con la “Croce della Pace” che l’Organismo promotore consegna nell’ambito di particolari cerimonie  ai Testimoni del III Millennio. Il Dott. Natale Argirò, Direttore dell’Osservatorio provinciale Legalità e sicurezza, ospite della manifestazione, che ha portato anche i saluti del Presidente della provincia on. Domenico Zinzi, è stato incaricato dal Direttivo del Movimento per la Pace, a consegnare la Targa di premio alla famiglia della piccola Simonetta. Intensa giornata carica di emozioni. Il ricordo della piccola Simonetta da parte dei familiari, della sorella Serena e della Mamma Angela Procaccini, hanno commosso tutti i presenti, soprattutto si è potuta notare la grande attenzione da parte dei giovani alunni delle scuole presenti, i quali sino all’ultimo hanno dimostrato grande maturità e partecipazione. Una sala consiliare piena, un fiume in piena di giovani tutti uniti nel nome della piccola Simonetta. Questa la dimostrazione che il forte messaggio di denuncia contro quei criminali che uccisero la povera bambina è stato perfettamente recepito e che per sradicare la radice malefica dell’illegalità, occorre un grande lavoro da parte di ciascuno. Unanime è stato anche il parere degli Ospiti che sono intervenuti alla manifestazione: Il Direttore dell’Osservatorio provinciale Legalità e sicurezza Dott. Natale Argirò, che come si diceva, ha portato anche i saluti del presidente della Provincia della Provincia On. Domenico Zinzi, a seguire interventi della Consigliera provinciale di Parità Dott.ssa Francesca Sapone, della Presidente della Commissione Provinciale Pari Opportunità Dott.ssa Rossella Calabritto, in rappresentanza anche del Presidio Libera Città di Caserta, della referente dell’ Associazione Ong “Un Ponte Per..” Dott.ssa Angelica Romano. Ha moderato l’evento il prof. Paolo Mesolella, dirigente scolastico e giornalista. Un sentito ringraziamento al capo del Gabinetto della Provincia Dott. Angelo Laviscio ed al Presidente della Provincia On.Domenico Zinzi per la disponibilità mostrata.Giovedi è stata una giornata piovosa, ma dentro l’aula consiliare invece splendeva immenso l’Arcobaleno della Pace della piccola Simonetta, di tutti i giovani alunni delle scuole della provincia e della regione, che accompagnati dalle loro insegnanti, hanno portato e presentato i loro magnifici contributi dedicati alla storia di Simonetta. Sono stati quindi presenti le seguenti scuole: IV Circolo Didattico di Acerra(Napoli) diretto dal Dott. Lorenzo Antonelli; Istituto Comprensivo “Collecini” San Leucio(Ce) diretto dalla prof.ssa Angelina Di Nardo; Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” Recale(Ce), diretto dalla prof.ssa Vincenza Della Valle; Istituto Comprensivo “U. Foscolo” Cancello ed Arnone(Ce) diretto dalla prof.ssa Maria Martucci; Istituto Comprensivo “Cales” Calvi Risorta(Ce) diretto dalla prof.ssa Assunta Adriana Roviello.  Istituto ISISS “U. Foscolo” Teano(Ce) diretto dal Dott. Alessandro Cortellessa. Istituto ISIS “A. Volta” Aversa, la scuola dove insegnava don Peppe Diana,(Ce) diretto dalla prof.ssa Laura Orsona Nicolella;  Istituto Comprensivo “M. Teresa di Calcutta” di Pignataro Maggiore(Ce) diretto dal Dott. Paolo Mesolella. Istituto Liceo “A. Manzoni” di Caserta, diretto dalla prof.ssa Adele Vairo. Una significativa presenza anche del “Movimento Agende Rosse” di Salvatore Borsellino( fratello del giudice Paolo), con Enzo Iovino e Mimmo Marzaioli. Dell’associazione promotrice sono stati presenti i soci del Consiglio del Direttivo: Agnese Ginocchio, presidente; Carlo D’Andrea, vice Presidente; Carlo Pastore, Rosa Arbolino, Rosanna Bianco, Lucia Sibillo, Matilde Maisto, Mattia Branco, Daniela Truocchio, Andrea Pioltini(autore delle foto). Presenti alla manifestazione anche alcune componenti della Commissione Provinciale delle Pari Opportunità, la segretaria dell’ ufficio provinciale della Consigliera di Parità Dott.ssa Teresa Paolino. Presente anche la Dott.ssa Angela Mirto, in rappresentanza dell’Associazione “Casa delle Donne”, la docente dell’ Istituto Comprensivo di Sparanise Giuseppina detta “Pina” Cirella, insieme ad una sua collega e la prof.ssa Pierina De Cesare già docente della Scuola media Dante Alighieri di Caserta.

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.