Pozzuoli: l’università svedese studia il quartiere di Monterusciello

Pozzuoli: l’università svedese studia il quartiere di Monterusciello

L’università di Malmö studia il quartiere di Monterusciello. Il Diarc e Dbe hanno ospitato Pelle Ehn, professore emerito della scuola di Arti e Comunicazioni di Malmö per il workshop intitolato “Making futurers – Democratic design experiments and making thinks public”. Il workshop si è tenuto lunedì 27 febbraio mentre la visita al quartiere e ala città di Pozzuoli si concluderà in questo fine settimana.

Il professore Ehn sta illustrando i temi quali il codesing, la tradizione scandinava in merito alla tradizione del design della partecipazione, il design per l’innovazione sociale e le nuove forme di impegno pubblico.

Tutte queste nozioni sono declinate nel caso studio nel quartiere di residenza popolare di Monterusciello – Pozzuoli, per il quale si studierà una o più soluzioni possibili e, perchè no realizzabili, per migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Accompagnano il docente svedese le associazioni attive sul territorio quali Lux in Fabula e DiversaMenteGiovani portando il loro contributo con le loro testimonianze e i loro progetti. Collaborano il Dipartimento di Architettura dell’Università Federico II con la tutor Marianna Sgamato, architetto che ha dedicato la sua tesi di laurea al quartiere della seconda ricostruzione postbradisismica.

A cura di Redazione Informare
Antonio Ricchezza- Anna Lo Cascio