POSTE, CONTINUA IL DRAMMA DEGLI UTENTI

cisasAnche se è migliorato leggermente, presso le Poste di Viale Ellittico di Caserta, il ritiro delle raccomandate da parte degli utenti interessati, sempre senza alcun numero di arrivo, vanno registrati i continui disservizi nel recapito della corrispondenza e nella mancata consegna delle raccomandate, come anche registrato continuamente dalla Stampa. Non solo nel capoluogo, ma in tutta la Provincia.

In tutta Caserta, come del resto negli altri Comuni, le lamentele dei cittadini per i continui disagi e danni non diminuiscono, nonostante tutto. Sono sempre in aumento, come risulta anche dalle lamentele giunte allo Sportello del Cittadino della  Cisas.

A tale proposito, la Segreteria della Confederazione  Cisas  ha effettuato numerosi riscontri sull’argomento, registrando con chiarezza una serie di carenze :

– La corrispondenza normale, quando viene consegnata, perviene sempre con un ritardo medio di circa un mese dalla spedizione, cosa che crea more e penalità.

– La corrispondenza viene consegnata non tutti i giorni feriali, ma mediamente una volta alla settimana.

– Le raccomandate, tranne atti giudiziari, vengono normalmente incassettate senza nemmeno citofonare agli interessati, regolarmente presenti in casa, creando grossi disagi. Ciò, quando non vengono rinviate al mittente, pur essendo l’indirizzo ben preciso. A riprova, le stesse raccomandate, rinviate con posta privata, vengono regolarmente consegnate dagli addetti, pur non essendo di norma conoscitori dei destinatari, come i postini pubblici.

– La corrispondenza viene prelevata dalle cassette stradali saltuariamente.                  Spesso, manualmente dagli addetti, privi dei borsoni chiusi, rendendo possibile il controllo visivo e manuale delle lettere, spesso sparse perché cadute in terra.

La Segreteria della  Cisas  si domanda cosa avviene per la corrispondenza non consegnata e perché la direzione delle Poste, nonostante valanghe di proteste da parte dei Sindaci, Istituzioni, Cittadini e Stampa, continua a tacere. Qualche volta, giunge indirettamente qualche lieve giustificazione da parte di qualche sindacato interno di categoria, che per prima dovrebbe lamentarsi a tutelare della dignità di quei numerosi dipendenti delle Poste, postini ed impiegati compresi, che fanno il loro dovere, sia per le strade che negli Uffici. Non a caso, proprio questi si lamentano dei disservizi.

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.