Polizia Municipale, maxi operazione anti contraffazione a Napoli

La polizia Municipale è intervenuta oggi all’interno del mercato multietnico di via Bologna, prossimo alla stazione di piazza Garibaldi, effettuando un’impegnativa
azione di contrasto alle piccole illegalità diffuse ed al commercio
ambulante di merci con marchi contraffatti.
L’iniziativa – realizzata con la partecipazione di 18 unità, 5
auto, un furgone e 4 moto del Corpo – ha portato al sequestro di vari prodotti, tutti riproducenti illegalmente i modelli di note griffes: circa 11000 paia di occhiali; oltre 600 borse; 420 cinture; 135 sciarpe; 1150 portafogli; 6000 tra gadgets e prodotti per telefoni cellulari.
Nei controlli, al di sotto di una bancarella per la vendita, venivano
rinvenuti e sottoposti a sequestro grossi sacchi contenenti circa 35 kg. di loghi di importanti aziende – tra i quali Armani, Gucci, Lacoste, LiuJo, Adidas, Prada, Colmar, Peuterey, Belstaff, Moncler – pronti per essere applicati su capi di abbigliamento ed accessori.
Nel corso delle attività è stato fermato un extracomunitario
di 38 anni proveniente dalla Guinea, resosi responsabile di resistenza agli agenti impegnati nei controlli e del tentativo di sottrarre agli stessi,
mediante l’uso della forza, la merce prelevata per il sequestro penale.
Questi, titolare di regolare permesso di soggiorno, è stato controllato e poi deferito all’Autorità Giudiziaria.

About fulvio mele

Fulvio Mele: Ventenne Giornalista Pubblicista da Marzo 2016 e Vicedirettore di Informare da Giugno dello stesso anno. Diplomatosi al Liceo Scientifico R. Caccioppoli di Napoli. Laureando in Sociologia (scienze sociali) presso la Facoltà della Federico II. Entra nell'associazione "Officina Volturno" nell'agosto 2013. Esordisce come giornalista nel mensile di ottobre 2013, scrivendo una rubrica sui libri, "Leggi che ti passa". "Credo che per essere giornalista bisogna essere curioso e andare oltre le cose; credo che la notizia non si crea ma la si racconta entrandoci dentro, aprendola dall'interno; credo che un vero giornalista scrive di emozioni e di storie, soprattutto dà voce a chi voce non ne ha ; credo che essere giornalista sia uno stile di vita"