Polizia Municipale: denuncia all’Autorità giudiziaria per certificato di idoneità alloggiativa contraffatto

download (1)

Al Personale della Polizia Municipale di Napoli, è stato segnalato, da un Funzionario dell’ufficio Immigrazione della Prefettura di Napoli, che presso i propri uffici erano presenti due cittadini extracomunitari per la presentazione della documentazione per ricongiungimento familiare e tra i documenti esibiti il certificato di idoneità alloggiativa appariva palesemente contraffatto.

 

Gli Agenti del Nucleo Idoneità abitativa giunti sul posto hanno identificato i due extracomunitari: S. A. cittadino del Bangladesh, e M. A. cittadino pakistano, in possesso, effettivamente, di certificato di idoneità alloggiativa apparentemente contraffatto.

 

Per poter meglio operare ed accertare l’autenticità del certificato, le due persone sono state poi invitate a seguire gli Agenti presso gli uffici della Polizia Locale mentre si provvedeva alla verifica dei certificati presso la Municipalità II che confermava la contraffazione del certificato di idoneità alloggiativa per cui l’atto veniva sequestrato provvedendo, nel contempo, a far eleggere domicilio (ex artt. 349, 161, 96 c.p.p.) e a redigere la relativa comunicazione di notizia di reato ex art. 347 C.P.P. a carico di S.A. in quanto resosi responsabile dei reati  p. e p. dagli artt. 468, 483 e 640/BIS  del c.p. (contraffazione, falso ideologico e truffa).