Poesia “Il Nulla” di P. Acampora

Cos’è il Nulla?

Il nulla può essere un amico, o un posto in cui ritrovare te stesso. Il nulla può consolarti, può distaccarti dalla realtà, spesso troppo dura, per fartela comprendere meglio e renderti più forte.

Il Nulla

Portatemi in un posto speciale,
e avrò modo di dimenticare
tutto il male che ho visto.
Portatemi in un posto buio,
senza sole, senza luce,
e non sarò costretto a guardare.
Portatemi in un posto caldo,
così che io dimentichi
il piacevole brivido della paura.
Voglio respirare aria fresca,
senza puzza d’imbroglio,
o falso profumo di speranza.

Portatemi lì dove regna il silenzio,
e l’unica certezza che basta
è il nulla.

Perché quella è la mia casa,
e nessuno la mia famiglia.
Portatemi solo in un posto così,
dove a sentire i miei pianti
c’è solo la notte,
dove il mio unico pubblico
è una platea di stelle,
dove la scenografia è un telo
scuro e profondo,
e l’unico attore,
sul palco del vuoto,
sono io
a recitare una storia senza inizio,
né fine,
una storia d’amore,
di odio, di gioia e tristezza,
una tragicommedia dal titolo
“Il Nulla”.

di Paolo Acampora

About fulvio mele

Fulvio Mele: Ventenne Giornalista Pubblicista da Marzo 2016 e Vicedirettore di Informare da Giugno dello stesso anno. Diplomatosi al Liceo Scientifico R. Caccioppoli di Napoli. Laureando in Sociologia (scienze sociali) presso la Facoltà della Federico II. Entra nell'associazione "Officina Volturno" nell'agosto 2013. Esordisce come giornalista nel mensile di ottobre 2013, scrivendo una rubrica sui libri, "Leggi che ti passa". "Credo che per essere giornalista bisogna essere curioso e andare oltre le cose; credo che la notizia non si crea ma la si racconta entrandoci dentro, aprendola dall'interno; credo che un vero giornalista scrive di emozioni e di storie, soprattutto dà voce a chi voce non ne ha ; credo che essere giornalista sia uno stile di vita"