Pino Perna, presidente Associazione Annalisa Durante: «Gesù non è morto invano come tutte le vittime innocenti del mondo»

L’Associazione Annalisa Durante ha ospitato in Biblioteca alcune associazioni napoletane, lo ZONTA International ed una delegazione del presidio Libera di Chivasso, intitolato ad Annalisa Durante, venuta in visita a Napoli.

“E’ stato siginificativo promuovere oggi la conoscenza della Biblioteca, con la mostra “Neapolis time – Zona NTL”, alla presenza di Giannino Durante e di una variegata comunità – ha commentato il presidente dell’Associazione  –  proprio oggi (venerdì Santo ndr.) che il mondo celebra la memoria della morte della vittima innocente e sacrificale per eccellenza, quella di Gesù di Nazareth, la quale certamente è avvenuta NON INVANO e alla quale desideriamo accostare la memoria di tutte le vittime innocenti del mondo”.

L’accostamento effettuato dall’Associazione Durante sta a testimoniare che chi rende vivo««« ogni giorno l’esperienza della memoria non può che promuovere il dono di sé per il bene degli altri, facendosi messaggio di Resurrezione. E’ questa la Pasqua originale che i soci dell’Associazione hanno voluto condividere con realtà napoletane e di fuori regione.

L’Associazione ha lanciato poi l’evento del 19 maggio p.v. che si terrà in Biblioteca alle ore 18 per la promozione della donazione degli organi: altro messaggio di vita legato anche alla vicenda di Annalisa che, con il dono dei suoi organi, ha contribuito a salvare altre cinque vite.

About fulvio mele

Fulvio Mele: Ventenne Giornalista Pubblicista da Marzo 2016 e Vicedirettore di Informare da Giugno dello stesso anno. Diplomatosi al Liceo Scientifico R. Caccioppoli di Napoli. Laureando in Sociologia (scienze sociali) presso la Facoltà della Federico II. Entra nell'associazione "Officina Volturno" nell'agosto 2013. Esordisce come giornalista nel mensile di ottobre 2013, scrivendo una rubrica sui libri, "Leggi che ti passa". "Credo che per essere giornalista bisogna essere curioso e andare oltre le cose; credo che la notizia non si crea ma la si racconta entrandoci dentro, aprendola dall'interno; credo che un vero giornalista scrive di emozioni e di storie, soprattutto dà voce a chi voce non ne ha ; credo che essere giornalista sia uno stile di vita"