Pinetamare, chiuso il campetto regalato da Hamsik ai bambini di Castel Volturno

Campetto recuperato dall'associazione I Love Pinetamare e dal contributo di Mark Hamsik

Fu inaugurato con i migliori auspici poco più di un anno fa il “Campetto Verde”, uno spazio completamente abbandonato, adiacente la pineta del Villaggio Coppola, e recuperato grazie all’impegno dell’Associazione I Love Pinetamare e al decisivo contributo del capitano Marek Hamsik, già membro attivo dell’associazione.

Campetto recuperato dall'associazione I Love Pinetamare e dal contributo di Mark Hamsik
Campetto recuperato dall’associazione I Love Pinetamare e dal contributo di Mark Hamsik

Così con l’autorizzazione della famiglia Coppola, proprietaria del suolo si è riusciti a mettere a disposizione il campetto  (ovviamente in maniera gratuita) dei giovani del territorio, riuscendoli a togliere dalla strada.

Questa mattina veniamo chiamati in redazione, non distante dal campetto, dai bambini del posto che disperati ci spiegano che stanno togliendo le porte e recintando il campo. Così giungiamo sul posto e veniamo a conoscenza che è un’operazione ordinata dai proprietari del suolo in risposta ad innumerevoli atti vandalici che alcune “baby gang” sembrano aver compiuti.

I soliti delinquentelli costringono così tutti i bambini di Castel Volturno si vedono portare via un importante luogo di aggregazione, uno dei pochi in un territorio che non riesce a valorizzare e preservare le proprie bellezze.

La speranza è che possa essere riaperto al più presto, magari adottando misure di sicurezza che tutelino la pineta e soprattutto i bambini.

Quanta amarezza… e pensare che l’anno scorso così scrivevamo: “Nuova linfa vitale è stata portata a Pinetamare. I bambini sorridono, corrono, si sbucciano le ginocchia… ridono ancora. Creare punti di aggregazione, sportivi o culturali, togliere i bambini dalla strada, è un modo concreto per far sentire i più piccoli parte attiva di questo territorio, e allo stesso tempo far capire ai più grandi che insieme si può fare”.

di Fulvio Mele

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

About fulvio mele

Fulvio Mele: Ventenne Giornalista Pubblicista da Marzo 2016 e Vicedirettore di Informare da Giugno dello stesso anno. Diplomatosi al Liceo Scientifico R. Caccioppoli di Napoli. Laureando in Sociologia (scienze sociali) presso la Facoltà della Federico II. Entra nell'associazione "Officina Volturno" nell'agosto 2013. Esordisce come giornalista nel mensile di ottobre 2013, scrivendo una rubrica sui libri, "Leggi che ti passa". "Credo che per essere giornalista bisogna essere curioso e andare oltre le cose; credo che la notizia non si crea ma la si racconta entrandoci dentro, aprendola dall'interno; credo che un vero giornalista scrive di emozioni e di storie, soprattutto dà voce a chi voce non ne ha ; credo che essere giornalista sia uno stile di vita"