Perchè sugli scandali alimentari del NORD silenzio assoluto… 4.000 vacche sotto sequestro…

10351595_772552182801534_1740682811376397371_nIl prof. Zicarelli ha dato nei mesi scorsi un importante contributo al nostro periodico Informare  http://goo.gl/nw1Yvc  e da allora, continuiamo ad avere per posta elettronica, aggiornamenti periodici su questioni d’interesse territoriale .
Mi giunge questa nota, di grande sconforto… chiedo di poterla pubblicare( mi viene immediatamente concesso come libero cittadino), perché è importante fare corretta informazione. In premessa, sono contrario alle comparazioni negative… ma sulle nostre “disgrazie” ne hanno fatto una vera speculazione commerciale… allora occorre che si dica tutto ai cittadini, ma proprio tutto, e non solo ciò che fa scoop e distrugge aziende e prodotti del sud che vanno difesi e protetti da infamanti menzogne e interessi commerciali dei poteri forti. Noi faremo la nostra parte in difesa dei produttori onesti e delle eccellenze dei nostri territori.  Tommaso Morlando 

Preg.mo Dottor. Morlando,
intorno al 30 ottobre il TG1 ha informato gli ascoltatori che in provincia di Brescia sono state messe sotto sequestro circa 4000 vacche per illecito impiego di somatotropina bovina.

I quotidiani “lumbard” hanno atteso il 3 novembre per renderlo noto ai lettori. I “nostri” servizi d’informazione  del sud tacciono!!!

Ricordate quando fu riscontrato in allevamenti bufalini nel 2009 la somatotripina bovina? Tutta l’Italia fu avvertita e si ebbe un crollo delle vendite di mozzarella.

I giornali transalpini intelligentemente hanno attutito la notizia mentre il Mattino che nel 2009 si prodigò per diffondere l’impiego di somatotropina bovina nelle bufale finora ha taciuto. Siamo sicuri che il Mattino è davvero un giornale del Sud?

Chiedo scusa per lo sfogo.

Luigi Zicarelli

 

Ancora….

Ho controllato anche oggi ma i giornali del Sud, che giustamente nel 2006 informarono i consumatori facendo crollare le vendite di mozzarella, oggi ancora tacciono.

Premesso che non è dimostrato che la somatotropina sia dannosa per la salute, è’ opportuno rilevare che le regioni in cui sono stati rilevate le irregolarità detengono il 64% del patrimonio bovino italiano. Va fatto rilevare che il 40% del latte che si consuma in Italia deriva da importazione. Non è da escludere che, sebbene la somatotropina sia vietata in Europa, sapienti triangolazioni possono esitare in Italia latte da Paesi in cui la sostanza non è proibita.

Cordialmente

Luigi Zicarelli

Bufale gonfiate col doping coreano

… farmaco, somatotropina, un ormone della crescita, indicato per il nanismo, fu già scoperto dai Nas in palestre e scuderie. È riapparso dal 2006 nelle fattorie di bufale durante le ispezioni fino al 10…

ANTONIO CROBO

Ecco l’articolo in questione……………..

Bovini ‘dopati’ per produrre più latte: blitz dei Nas, veterinario in manette e sette indagati

Sequestrate 4mila mucche in 16 allevamenti e ingenti quantita di farmaci. Le perquisizioni negli allevamenti Cremona, Mantova, Bergamo, Verona, Brescia, Parma, Piacenza, Rovigo e Ragusa

Farmaci veterinari illeciti somministrati per aumentare la produzione di latte nei bovini: lo hanno scoperto i carabinieri del Nas, che dopo le perquisizioni negli allevamenti di nove province italiane hanno arrestato un veterinario. I controlli nei territori di Cremona, Mantova, Bergamo, Verona, Brescia, Parma, Piacenza, Rovigo e Ragusa sono stati coordinati dal pm bresciano Ambrogio Cassiani. Oltre al veterinario arrestato ci sono sette professionisti indagati: l’accusa è di associazione per delinquere finalizzata al commercio e alla somministrazione di medicinali veterinari di provenienza illecita.

Le perquisizioni, eseguite dai militari all’interno di aziende commerciali e zootecniche, hanno portato all’ulteriore sequestro probatorio di 16 allevamenti, 4.079 capi di bestiame, 55 chili di sostanze farmacologiche probabilmente illegali (come aspirina e antibiotici) da sottoporre ad analisi, centinaia di confezioni medicinali veterinari irregolari, registri di carico e scarico di farmaci veterinari irregolarmente compilati, nonchè 80mila litri di latte sottoposti a vincolo sanitario, per un valore complessivo stimato in circa 30 milioni di euro. Ventisei le persone deferite all’autorità giudiziaria.

Il medico fermato è stato trovato in possesso di una grossa quantità di farmaci privi di registrazione e autorizzazione all’immissione in commercio: i carabinieri hanno sequestrato due quintali di specialità medicinali comunitarie ed extracomunitarie, 20 chili di polvere anonima (verosimilmente antibiotico) e 500 confezioni di farmaci di provenienza extra Ue.

L’indagine,

avviata ad aprile dai Nas di Cremona, ha appurato l’esistenza di un grosso giro illecito di somatotropina bovina, transitata da paesi extra Ue e venduta in flaconi e siringhe ad allevatori di bovini da latte insieme con altri farmaci provenienti dal mercato nero. I medicinali, quindi, erano privi di prescrizione e registrazione, inoltre sono stati introdotti in Italia in maniera irregolare. Il loro scopo era far aumentare fino al 20 per cento la produzione di latte del bestiame trattato.

 

 

 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.