Per le future elezioni comunali a Castel Volturno, nasce la lista :“Cultura, Economia e Lavoro per Castel Volturno” con Emilio Alfano

xxxIll.mi Direttori e Corrispondenti dei giornali della Provincia di Caserta

e per conoscenza
dr. Emilio Alfano

16 Cittadini di Castel Volturno hanno sottoscritto la propria disponibilità a candidarsi per le elezioni comunali previste a maggio 2014 nella lista civica “Cultura, Economia e Lavoro per Castel Volturno” con Emilio Alfano candidato a Sindaco. I candidati hanno inoltre dichiarato di voler sottoscrivere e presentare agli organi competenti la documentazione richiesta dal Regolamento di “Pubblicità delle informazioni e dei documenti relativi ai titolari di incarichi politici di carattere elettivo e di governo” approvato con deliberazione della Commissione Straordinaria n. 5 del 14.01.2014. Se eletti, gli stessi, si impegnano a rispettare quanto previsto dal Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione, approvato con deliberazione della Commissione Straordinaria n. 13 del 30.01.2014. Fra i candidati: Maria Pia Raimondi, Gabriella D’Angelo, Giuseppina Basco, Laura Lanciano, Salvatore Brancaccio, Antonio Carangio, Dario Rinaldi, Paolo Russo, Francesco Mauro e Alessandro Ciambrone. 

 

Si allegano: sintesi del programma e curriculum del Presidente della lista.

 

___________________________________________

 

PROGRAMMA SINTETICO IN 10 PUNTI

 

1 Attuazione del Piano Urbano Comunale (PUC) attraverso una concertazione pubblico-privata con i Cittadini così come previsto dalla legge 16/2004, dal Codice dei Beni Culturali e del  Paesaggio D.L. 42/2004, e dalle Convenzioni Europea sul Paesaggio (2000) e di Faro (2005), che valorizzano la partecipazione dei Cittadini e delle Comunità locali nei processi decisionali e di planning.

 

2 Attuazione di specifici Piani legati alla valorizzazione delle scuole del territorio, e all’integrazione dei percorsi didattici con il mondo del lavoro e il livello di formazione universitario tramite accordi istituzionale gratuiti con le 7 Università della Campania (giornate formative, tirocini, stages).

 

3 Massima valorizzazione dei programmi di promozione culturale, di integrazione etnica e di genere, nel rispetto della legislazione nazionale e internazionale. Per le Nazioni Unite e la Banca Mondiale il riconoscimento delle diversità culturali è il principio fondatore delle società civile e ha inevitabili ripercussioni positive sullo sviluppo economico ed etico della Comunità di riferimento.

 

4 Costituzione di un’Agenzia di Sviluppo Economico aperta a tutti i professionisti del territorio, in differenti settori disciplinari, e da supporto ai servizi tecnici comunali, nel rispetto della normativa vigente, per il reperimento di fondi economici pubblico-privati regionali, nazionali e internazionali.

 

5 Attuazione di specifici piani di recupero per i beni confiscati alla camorra e per gli insediamenti abusivi (L. 16/2004) concordati prioritariamente con le Associazioni culturali e di categoria del territorio, attraverso la valorizzazione del processo di partecipazione pubblica con il Comune.

 

6 Attuazione di un piano spiagge che consenta, nelle aree pubbliche attualmente in un pessimo stato di gestione dei 27 km di costa, di realizzare servizi pubblici, attrezzature per lo sport e per il tempo libero attraverso un gestione pubblico-privata. Saranno richiesti, come accade nei contesti urbano-costieri più sviluppati al mondo, contributi economici alle aree metropolitane di Caserta e Napoli.

 

7 Programmi di bonifica ambientale e di raccolta e smaltimento sostenibile dei rifiuti attraverso la realizzazione, di concerto con la Collettività locale, di impianti non inquinanti che siano capaci di creare lavoro e generare un’economia attraverso il ciclo integrato e differenziato delle risorse.

 

8 Realizzazione del porto turistico di Pinetamare nel rispetto delle matrici di sostenibilità ambientale, e del porto fluviale di Castel Volturno, così come presentato dal Gruppo di Azione Costiera (GAC) dei Comuni litoranei, per la valorizzazione delle attività della pesca e del turismo.

 

9 Programma di promozione Culturale e Turistica basato sulla definizione di un network fra Castel Volturno, i sei siti del Patrimonio Mondiale in Campania (Caserta, Napoli, Pompei, Amalfi, Cilento, Benevento), e la valorizzazione dello straordinario patrimonio paesaggistico locale: Ente Riserva Foce Volturno – Oasi dei Variconi, protetta dalla Convenzione internazionale di Ramsar.

 

10 Realizzazione di un Campus universitario internazionale, con fondi privati, in partnership con i 7 Atenei della Campania e le Università straniere con sede in Italia e nel mondo. 

 

———————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————-

ARCH. ALESSANDRO CIAMBRONE

Ph.D. in Architettura – Rappresentazione e Governo del Territorio, Seconda Università di Napoli
Ph.D. in Urban Planning  – Milieux, Cultures et Sociétés du passé et du présent,  Université Paris X

UNESCO Vocations Patrimoine 2007-09 and FULBRIGHT Thomas Foglietta 2003-04 Fellowships

 

Nato a Caserta il 21 febbraio 1973

Castel Volturno (CE), via Domitiana km 39 n. 590

334 9850812 alessandro.ciambrone@gmail.com

 

2013-14. Cultore di Materia, settore disciplinare ICAR/17. PhD researcher, International Office, Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale “Luigi Vanvitelli” Seconda Università di Napoli (SUN).

 

2014. Coordinatore della Consulta Cultura e Istruzione del Comune di Castel Volturno.

 

2013-14. Membro della Commissione per il Paesaggio del Comune di Castel Volturno (Delibera n° 89 del 03/10/2013).

 

2010-14. Vice Presidente del Club Unesco di Caserta (delegato per Castel Volturno).

 

2000-14. Presidente dell’Associazione Albergatori e Ristoratori del Litorale Domitio.

 

2005-09. Presidente del Club Unesco Castel Volturno.

 

2013. Progetto per una “Isola Ecologica integrata a Parco Urbano per Castel Volturno”. Bando pubblico del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (Responsabile dell’Area Tecnica – Settore LL PP del Comune di Castel Volturno, prot. n. 53741 del 30.10.2013).

 

2012-14. Comitato organizzativo e supervisor delle attività didattiche per la serie di seminari “Development and Preservation in Large Cities: an International Perspective” – Rutgers, The State University of New Jersey, USA.

 

2010-13. Dottorando di ricerca in co-tutela internazionale in “Rappresentazione Tutela e Sicurezza dell’Ambiente e delle Strutture e Governo del Territorio”, SUN, e “Milieux, cultures et sociétés du passé e du présent”, Centre de Recherche sur l’Habitat (CRH), Université Paris Ouest Nanterre La Defense (menzione: très honorable).

 

2007-09. UNO DEI 5 VINCITORI AL MONDO DELLA UNESCO VOCATIONS PATRIMOINE FELLOWSHIP per il Master Science in World Heritage Management. University College Dublin (UCD), School of Biology and Environmental Sciences. Project: A Management Network for the Campania World Heritage properties.

 

2005-07. Direttore dei Lavori dell’opera pubblica “Riqualificazione funzionale della ex strada SS Domitiana PROGETTO B” (deliberazione della Giunta Comunale del 14.10.2004 del Comune di Castel Volturno).

 

2005-07. Commissariato di Governo per l’emergenza rifiuti in Campania: profilo professionale di “specialista di settore scientifico tecnologico”. Direttore dei lavori per i siti di stoccaggio di Giugliano in Campania (NA) e Villa Literno (CE). Membro della Commissione per le strutture migliorative dell’impianto di selezione di Battipaglia (SA), e per la sistemazione finale della discarica di “Parapoti” nel Comune di  Montecorvino Pugliano (AV).

 

2003-04. UNICO VINCITORE IN ITALIA DELLA FULBRIGHT “THOMAS FOGLIETTA” FELLOWSHIP. Progetto: sviluppo economico delle aree meno industrializzate d’Italia (Castel Volturno), University of California Los Angeles (UCLA), School of Public Affair, Urban Planning Department.

 

2000. Iscrizione all’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Napoli e Provincia al n. 7560.

 

1999. LAUREA IN ARCHITETTURA 110/110 LODE. Università degli Studi di Napoli Federico II. Tesi: La riqualificazione urbana del lungomare da Bagnoli a Pozzuoli: il percorso attrezzato in località La Pietra.

 

 

Alessandro Ciambrone (2012). Economic Development strategies. The USA experience for Castel Volturno. Napoli, La Scuola di Pitagora, pp. 88. ISBN 978-88-6542-167-3

Alessandro Ciambrone (2012). Cultural Tourism and Sustainable Development. A Management Network for the Campania World Heritage properties. Napoli, La Scuola di Pitagora, pp. 208. ISBN 978-88-6542-168-0

Alessandro Ciambrone (2012). Integrated management and cultural districts. The French experience for the Campania Region. Napoli, La Scuola di Pitagora, pp. 302. ISBN 978-88-6542-174-1

 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.