Patti Smith, live nella Basilica di San Giovanni Maggiore. Gli organizzatori: “Non è iniziativa blasfema, ma evento artistico e sociale”

patti_smith_papa_francesco“Il concerto di Patti Smith, programmato per il 9 dicembre nella Basilica di San Giovanni Maggiore, non può essere definito ‘blasfemo’, come asserisce una nota a firma di un “Comitato Portosalvo”, diffuso in queste ore e ripreso dall’edizione online del Corriere del Mezzogiorno. Si tratta invece di un evento artistico e di rilevanza sociale in piena sintonia con le altre iniziative organizzate negli edifici di culto”.

Lo ribadiscono, in una nota congiunta, l’organizzatore del concerto Sigfrido Caccese e il presidente della Fondazione dell’Ordine ingegneri Napoli, Luigi Vinci. Alla Fondazione, infatti, la Curia di Napoli ha affidato nel dicembre 2011 l’antico edificio religioso affinché fosse restituito al culto e alla città.

Già nel primo comunicato che ha annunciato l’evento artistico era stato evidenziato che il concerto sarà in forma acustica, nell’ambito di un progetto speciale – The (Patti) Smiths – in cui suoneranno e accompagneranno l’artista il figlio Jackson alla chitarra e la figlia Jesse Paris al pianoforte, con la partecipazione di Tony Shanahan al basso. Il tipo di concerto è pertanto in piena sintonia con il luogo religioso.

Non è la prima volta che Patti Smith si esibisce in una chiesa, luogo in cui esprime appieno la sua dimensione spirituale, nota a chi segue questa intramontabile icona della musica. Nel ’78 ha incontrato Papa Luciani dedicandogli una poesia, l’anno dopo ha inciso “Wave” dedicata a Giovanni Paolo I e ormai storica è l’immagine in cui stringe la mano a Papa Francesco. (vedere foto allegata)

Spesso i luoghi sacri ospitano concerti acustici, basti pensare ai numerosi appuntamenti organizzati per Natale.

E in una sua celebre canzone Patti Smith dice “Per me la musica è una riconciliazione con Dio”.

Gli organizzatori ricordano anche che al concerto sono legate anche due iniziative di solidarietà sociale. Parte degli incassi verrà infatti devoluto alla Comunità di Sant’Egidio. Inoltre Patti Smith metterà a disposizione del Cardinale Sepe alcuni suoi oggetti personali, da mettere in vendita nell’asta benefica che il Presule organizza ogni anno per fini benefici. “Auspichiamo – concludono Vinci e Caccese – che il Cardinale Sepe ‘intervenga’, ma al concerto”.

About Fabio Corsaro

Ho 22 anni e da quasi 3 primavere sono giornalista pubblicista. Dirigo la splendida redazione di Informare, di cui faccio parte dai miei teneri 16 anni. Sono laureato presso l’Università di Salerno in Scienze della Comunicazione e, in virtù della specialistica, mi appresto a fare esperienze internazionali (non ricordatelo a mia mamma). Per il resto avanti con un detto che non muore mai... Per aspera ad astra!