Passaparola – L’uomo che sussurra alle vigne: Carlo Cignozzi

 

Blog Blog Iscriviti La Settimana Help Promozione su www.beppegrillo.it Contattaci 12/05/2014
. header_gib

Il post di Beppe Grillo

Passaparola – L’uomo che sussurra alle vigne: Carlo CignozziIo, qui, da questo posto, da questa Toscana, dall’Italia, dall’Europa, non ho ricevuto un Euro. L’uomo che sussurra alle vigne è anche il titolo di un libro, che parla di me,
io non sono uno scienziato, però credo che la musica sia una componente talmente importante per la nostra vita che coinvolgere anche le piante e gli animali non sia una cosa sbagliata. Anzi. è una cosa utile. Mi auguro solo che questa metodologia – che è stata premiata anche dalle Nazioni Unite nel 2011 e ci ha inserito nei 100 progetti più eco-sostenibili del mondo – possa partire orgogliosamente dalla Toscana, da Montalcino, per investire anche tutti gli altri posti dove c’è agricoltura e viticoltura, per arrivare a uno scopo: uccidere OGM e chimica!

… [continua] 

Punto 6 programma elettorale M5S: Abolizione del pareggio di bilancioIl Movimento 5 Stelle, al momento, è l’unica organizzazione politica strutturata italiana, tra quelle partecipanti alla competizione elettorale europea, ad avere un programma, proprio perché è l’unica formazione davvero europeista: esattamente il contrario di ciò che affermano i professionisti al soldo della cupola mediatica. Infatti il Pd, Forza Italia, Lega Nord, agitano solo slogan demagogici generici, basati sui trend correnti, tentando di cavalcare il disagio sociale. Ecco che cosa intendono portare avanti i candidati Cinque Stelle quando andranno a Bruxelles, come portavoce europei a nome degli italiani pensanti.

… [continua] 

I politici della porta accanto“I “Politici” della porta accanto sono persone comuni prestate alla politica a tempo determinato, semplici cittadini incensurati che progettano il futuro di questo Paese condividendo insieme idee e opinioni in rete. Le Piazze del M5S sono vive, emozionanti e incoraggianti, chi sale sul palco non è un politico ingessato e ben vestito che parla dopo anni di dottrina partitica, è il vicino di casa, il collega di lavoro o più semplicemente un amico che scambia come te opinioni su qualche social.

… [continua] 

 

 

 

 

banner_amazon_tech.jpg

Il miglior commento

Schulz, il krapò di Renzie
leggi il post
di Maria Pia Caporuscio, Roma  (voti: 9)

Purtroppo è stata azzerata la responsabilità politica delle nazioni e questa “Europa” può tranquillamente sfregiarle con una devastazione economica e morale. Le Costituzioni dei vari paesi sono diventate una bestemmia, tant’è che si sta studiando il modo di renderle inoffensive e sottometterle al potere politico, composto da figuranti manovrati coi fili come i pupi siciliani. Quello che ferisce di più è il silenzio assordante degli intellettuali, dei media e delle persone oneste e preparate che ancora esistono (per fortuna) nella società civile. Dunque non è bastato aver svenduto la sovranità nazionale vendendoci come merce al capitalismo finanziario, non è bastato averci dimezzato gli stipendi con l’adozione della moneta unica, non è bastato aver umiliato le nazioni sovrane subordinandole alle banche mondiali. Non basta aver decretato la morte del lavoro, la disoccupazione e la schiavizzazione della classe lavoratrice. Non basta aver trascinato nella miseria la classe media e alla morte per fame tutti gli altri, ora si deve rendere legale l’illegalità di un gruppo di vampiri che intendono instaurare un regime universale ed ingoiarsi l’intero pianeta. Secondo questi cavalieri della morte, dovremmo accettare come cosa giusta la criminale violenza di spogliarci di ogni avere e consegnarlo nelle fauci di questi predatori. No! Questo non lo possiamo proprio accettare! Siamo saturi di queste violenze, i popoli dei paesi facenti parte di questa “Unione Europea”, non potranno che rinnegare l’operato dei propri governi e smantellare questa feroce organizzazione a delinquere.

Lettere dalla Rete

L’importanza di queste Europee
di D.R.

L’importanza di queste Europee è enorme, molti tendono a pensare che non siano importanti quanto le elezioni politiche, in questo momento se vincessimo noi , le ripercussioni nella politica interna equivarrebbero ed un terremoto.Ricordiamo i sette punti per l’Europa del Movimento:
1)Abolizione del Fiscal Compact
2)Adozione degli Eurobond
3)Alleanza tra Paesi mediterranei per una politica comune
4)Investimenti in innovazione e nuove attività produtive esclusi dal limite del 3% annuo deficit di bilancio
5)Finanziamenti per attività agricole e di allevamento finalizzate ai consumi nazionali interni
6)Abolizione del pareggio di bilancio
7)Referendum per la permanenza nell’euro
Se vinciamo noi vorrebbe dire che il Paese non è d’accordo con le politiche dell’attuale governo ed il garante di questo governo ( voi sapete chi è) non può continuare a fare il finto sordo e a non sentire nessun BOM, si prepari a darci delle risposte, come Capo dello Stato ce le deve invece di sostenere un governo illegittimo!

Con il cuore si vince!
di M.D.

Le elezioni europee 2014 costituiranno l’appuntamento elettorale europeo più importante di sempre. Ci rendiamo conto che nei prossimi cinque anni si andrà avanti con importantissime riforme in risposta all’attuale crisi, come l’Unione bancaria e il Meccanismo europeo di stabilità MES, e forse si muoveranno i primi passi verso una maggiore unione fiscale e politica e verso l’emissione di obbligazioni di debito comune (gli eurobond). Il M5S dovrà scegliere di che gruppo politico europeo far parte. Sentimenti condivisi ormai da tutto il M5S sono una certa avversione alla moneta unica e al potere crescente di Bruxelles. Alleanza europea con l’Ukip, il partito britannico dell’eurodeputato euro scettico per eccellenza: Nigel Farage. Ma al M5S conviene veramente questa alleanza? Nigel Farage dice quello che sostiene il M5S: in Europa c’è un deficit democratico con lo strapotere dei Paesi più forti come la Germania. Questo post ne è la prova. Allearsi con il gruppo politico di Farage non significa vincolarsi a determinate scelte politiche (non a quelle di Farage, diverse dalle nostre) a livello di singola nazione europea. Significherebbe anzitutto discutere il ritorno della solidarietà nelle relazioni tra paesi membri e la stabilizzazione di quei sistemi finanziari e bancari che oggi hanno causato tanti problemi. Perché non stiamo scegliendo il dialogo con nessun gruppo politico? Detto questo comunico il mio entusiasmo per la nostra bomba mediatica: LA DI 2. Di Maio e Di Battista. Ho visto l’Annunziata visibilmente dispiaciuta per aver concesso un intervista a Di Battista che porterà molti voti al M5S. Incredibile: Alessandro Magno, con il cuore si vince!

 

.

I libri e i video di beppegrillo.it

Psyco2_banner_grillo.jpg

Il video

di M5sParlamento
Beppe Grillo a Bologna #VinciamoNoi Tour

Il Video

Foto

di Enzo Apicella
Bollette

La foto

Grillorama
Grillorama
.

Per non ricevere questa notifica: Disiscriviti>> | Per scrivere al Blog clicca qui