Panini, il 31 maggio termina cassa Integrazione per 100 lavoratori, la Regione è assente

dutyfree

Con la fine del mese di maggio terminerà la cassa integrazione per circa 100 lavoratori per i quali da tempo è in corso un’azione di progressiva messa in sicurezza da parte del Comune di Napoli” Ha dichiarato l’Assessore al Lavoro del Comune di Napoli, Enrico Panini.
BAGNOLI FUTURA:  società fallita per scelta di Fintecna. Almeno 27 lavoratori in cassa integrazione straordinaria che saranno ricollocati (come gli altri 26) nei prossimi mesi nelle partecipate del Comune di Napoli. La Cassa scade il 28 maggio. La Regione,nonostante le richieste formali, non convoca alcun tavolo per dare copertura a questi lavoratori.
CCTA:  partecipata di Bagnoli Futura. 9 lavoratori in regime di cassa integrazione in deroga. Lo Sblocca Italia prevede il loro trasferimento alla società che subentrerà nella bonifica dell’area, nel frattempo si procede per costosi appalti esterni per le stesse funzioni come si evince dalla lettura dei giornali,nessun cenno dalla Regione.
EDENLANDIA:  53 lavoratori, La compagine imprenditoriale risulta inadempiente rispetto, fra l’altro, proprio alla salvaguardia dell’occupazione. Abbiamo ripetutamente chiesto alla Regione di convocare un tavolo per mettere in sicurezza questi lavoratori e la risposta è un silenzio assordante.
Si tratta di circa 100 lavoratori che dal primo giugno non avranno né reddito né lavoro – ha proseguito Panini – la Regione non convoca alcun tavolo né con le Organizzazioni Sindacali né con le Istituzioni. La campagna elettorale è importante, ma i problemi delle persone oneste che lavorano lo sono ancora di più. Non servono promesse ma atti concreti. Ora, senza se e senza ma. Ribadiamo la richiesta al Presidente Caldoro di un incontro immediato per evitare in extremis che la disperazione prenda il sopravvento”.