Operazione Strade Sicure

Operazione Strade Sicure – Pulite visita del

Capo di Stato Maggiore della Difesa.

 

Il Capo di Stato Maggiore della Difesa,effettuerà una visita alla città di Napoli per incontrare il personale delle Forze Armate impegnato nelle Operazioni “Strade Sicure” e “Strade Pulite”.

 

Il programma prevede:

Ø ore 16:00 visita al termovalorizzatore di Acerra;

Ø ore 16:30/16.45 partenza per la città di Napoli;

Ø ore 17:15/17:30 incontro con il personale di servizio presso il Consolato                                                   Americano;

Ø ore 17:45 incontro con  il personale impegnato in servizio di pattuglia nelle vie                   cittadine;

Ø ore 18:00 incontro con il Prefetto di Napoli;

Ø ore 18:15/18:30 conferenza stampa presso il Circolo Ufficiali dell’Esercito                                     di Palazzo Salerno in Piazza Plebiscito.

Il Generale Abrate sarà accompagnato dal Comandante del 2°Comando delle Forze di Difesa, Generale di Corpo d’Armata Vincenzo Lops, responsabile delle operazioni sul territorio del Centro-Sud Italia ed Isole.

Il personale della stampa potrà richiedere l’accredito ed il trasporto su automezzi militari (eventuale), per seguire la visita al termovalorizzatore e partecipare alla conferenza stampa, presso i seguenti Uffici stampa:

  • San Giorgio a Cremano: PDC: Ten.Col. Vincenzo LAURO

Cell:335 18 89 985 – email: vincenzo.lauro@esercito.difesa.it

 

  • Caserta: PDC: Ten.Col. Francesco TIRINO

Cell: 335 18 89 909 – email: francesco.tirino@esercito.difesa.it

 

  • Napoli: PDC: Magg. Antonio GRILLETTO

Cell: 338 22 82 433 – email: antogril@alice.it

 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.