Omaggio a Prevert..e Donzelli

 

Giuseppe Cesaro ha condiviso un link.
29 min ·

 

Giuseppe Cesaro ha condiviso la foto di PSICHE E SOGNO.
foto di PSICHE E SOGNO.

 

Omaggio a Bruno Donzelli

Ho appena spedito all’amico Dario..(che domenica presenterà La Pietà di Michelangelo vista da un fotografo contemporaneo…)un mio omaggio a Bruno Donzelli.Sembra un biglietto di Gratta e Vinci…ho messo dei trampolieri che divertono i bambini ..su un quadro del maestro…che sta tra le amicizie di face.Un artista del Sud..che ha sempre cercato di sdrammatizzare con intelligenza ed ironia..i grandi dell’arte.
Ieri sono passato anche dal centro franca ongaro basaglia..scrivendo lò per un messaggio per il dottor Vincenzo Iorio.
Alcune letture del dolore..hanno suscitato autentica commozione..in una trasmissione televisiva…Di fronte alla perdita di un figlio come reagisce una madre?Bisogna dire che nei miei spunti si avverte una maniera totalizzante..di vivere la sofferenza…
La totale mancanza di autonomia…ha accentuato questo .
Tale pensiero mi spinse per esempio a stare più con le suore che accudivano Eluana Englaro che con il padre giuseppe englaro.
citai il film Parla con Lei.
Il poeta cioè si schiera sempre con l’amore ‘superiore’ contro ogni fanatismo religioso,laico ,scientifico.
I dottori invece ‘scienziati e ‘cattolici’ inviarono un paziente Malato mentale e cieco..presso una casa famiglia.In tal modo gli spazi di socialità vengono sottratti ai più deboli…E i ‘matti’ che sono un pò come i bambini lo intuirono immediatamente.
V’è un’altra cosa.Siamo diventati una società più povera e triste.Ora finchè la tristezza è del poeta egli la trasfigura in tristezza sognante…oppure in pessimismo cosmico.
Io ho avuto forse il vantaggio di potere trasformare sempre tutto in ‘arte’–benchè si tratti di un’arte senza libertà di Disegno,di colorare…L’arte stessa è stata imprigionata per una condanna ‘ideologica’ e ‘insensata’.
A chi mi accusa di non scegliere ricordo che io mi ribellai..perchè avrei voluto che i ragazzi delle prigioni minorili diventassero come gli altri adolescenti.che non si usassero ragazzi boss..contro ragazzi ribelli..ecc
Forse oggi sarei distante da ogni prigione…certo i diritti–compresi i diritti più delicati..della vita vanno riportati a una dimensione ‘civile’…che io non identifico con la ‘laicità’
oggi però volevo solo –‘giocare’.