‘O Maggio a Totò: Napoli dedica il “Maggio dei monumenti” al suo Principe

A cinquant’anni dalla scomparsa del Principe della risata, il nostro magazine di promozione culturale, Informare, ha voluto dedicare a Totò la propria copertina del mensile cartaceo di Maggio 2017, che contiene una intervista impossibile al grandissimo Antonio de Curtis.
Anche la sua città, Napoli, lo ha voluto omaggiare, dedicandogli il consueto appuntamento del Maggio dei monumenti con una serie di iniziative volte a celebrare questa straordinaria figura di artista e di uomo.
Il titolo dell’evento quest’anno è proprio ‘O Maggio a Totò ed il programma proposto è stato sviluppato dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, in sinergia con le istituzioni culturali cittadine e le associazioni tradizionalmente protagoniste del grande appuntamento primaverile.
Un focus centrale è partito dal lavoro di approfondimento e di interpretazione proposto dal gruppo di lavoro istituzionale, il cui risultato è il programma che non a caso è stato denominato “ColTotò”, grazie alle numerose riflessioni e spunti che la figura del Principe della Risata continua ad ispirare.
L’evento di quest’anno vede l’eccezionale partecipazione della Banda dell’Arma dei Carabinieri, che con entusiasmo partecipa al Maggio dei Monumenti con un omaggio musicale che riserverà piacevoli evocazioni. Il concerto si svolgerà il 5 maggio nella monumentale piazza che ospitò il suo funerale: piazza Mercato.

Per Antonio de Curtis, in arte Totò, scomparso il 15 aprile del 1967, la città di Napoli ha immaginato una festa più che una commemorazione, che Totò avrebbe forse scongiurato con un gesto scaramantico o sbeffeggiato con una delle sue battute surreali. Una festa collettiva più che una riscoperta, perché sull’immagine di Totò questi cinquant’anni sono passati rapidi e leggeri, senza cancellarla, senza nemmeno sbiadirla, così forte e viva è la sua presenza nell’immaginario, nel linguaggio, nella cultura napoletana e non solo.
Totò sarà protagonista nella sua città per un mese intero: questo personaggio che fu, al tempo stesso, maschera popolare, profondamente napoletana eppure universale, sentimentale e iconoclasta, principe della risata, maestro di libertà, strumento per pensare al futuro.

Centinaia invece gli eventi, le performance, gli spettacoli, i concerti, i percorsi turistici e le visite guidate in attinenza col tema proposto organizzati da guide turistiche, imprese, associazioni, enti, consorzi, fondazioni in forma singola o associata e persone fisiche pervenute tramite la manifestazione di interesse bandita dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo. Un’esplosione di iniziative da parte di numerosissimi operatori culturali che hanno risposto con entusiasmante creatività alla chiamata del Comune.

Per questo il Maggio dei Monumenti 2017 non poteva e non potrà essere compreso nel mese canonico delle iniziative, iniziato con largo anticipo con la mostra “Totò Genio”, inaugurata il 12 aprile scorso.
L’iniziativa, quindi, continuerà fino all’estate con sorprendenti eventi, tra cui l’innovativo progetto di istallazioni artistiche di signalart, che spunteranno in luoghi simbolo della città fino a luglio.

Protagonista, quindi, è l’intera città, ed in particolar modo i giovani. Tra i giovani e i giovanissimi Totò è popolare come se fosse un loro contemporaneo, un personaggio dei nostri tempi, e forse proprio loro daranno il contributo più originale per la riscoperta di un personaggio dalle mille sfumature.

In tal senso, un contributo creativo fondamentale è stato dato dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, guidati dalla professoressa Enrica D’Aguanno, titolare di cattedra del corso di Graphic Design, che hanno lavorato all’immagine coordinata del Maggio dei Monumenti 2017 dedicato a Totò. Il lavoro selezionato è della giovane Roberta Esposito. Immancabile anche il generoso contributo al programma da parte delle scuole e della Fondazione Napoli 99, con il progetto La scuola adotta un monumento.

Il programma completo dell’ ‘O Maggio a Totò è disponibile sul sito internet del comune di Napoli: comune.napoli.it

Teresa Lanna

(amoreperlarte82@gmail.com)

About Teresa Lanna

Laureata in "Lingue e Letterature Straniere" nel 2004, nel 2010 ha conseguito la Laurea Magistrale in "Arte Teatro e Cinema" presso l'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale". Tra le sue più grandi passioni, l'Arte, la Fotografia, il Cinema, la Letteratura, la Musica e la Poesia. Grande sostenitrice dell'Art.3 della Costituzione Italiana, è da sempre allergica ad ogni tipo di ingiustizia sociale. In vetta alla classifica delle città che ama di più ci sono Napoli e Firenze.